LA RIVINCITA DEL BLOG SUI SOCIAL

La rete offre oggi a chiunque la possibilità di essere produttore dei propri contenuti. In perfetta autonomia si può decidere cosa, quando e perché pubblicare. Una bella notizia per le imprese, soprattutto per quelle di piccole e micro dimensioni e per i liberi professionisti che possono far sentire la propria voce, senza dover coinvolgere giornalisti o media company.

Il blog aziendale diventa il “luogo” in cui poter raccontare la propria attività, informare sui propri prodotti e servizi, e soprattutto influenzare il potenziale lettore. Quando si visita un sito, infatti, si innalzano delle difese, quando si visita un blog, invece, il lettore non è sospettoso, perché è convinto di informarsi. Non a caso secondo la ricerca State of Blogging il 60% delle aziende inserite nella classifica Fortune 500 considera il blog vantaggioso per il proprio business.

Sempre più aziende con l’uso della rete intendono l’iscrizione ai social, la realizzazione di un sito oppure di un e-commerce per vendere online. Spesso però ci si accorge che questi strumenti da soli, senza un blog, sono depotenziati.

I tanto acclamati social il più delle volte non possono sopperire al bisogno di informare dell’azienda o del libero professionista. I social vengono usati prevalentemente nei momenti di svago dai potenziali clienti e un contenuto informativo lungo ed esplicativo non attira l’attenzione. Associando invece ai social un blog, e condividendo su di essi una porzione di un blog post, si ha la possibilità di attirare il potenziale cliente su un “territorio” di proprietà. Il vantaggio di questa operazione è quello di metterlo a contatto con altri contenuti presenti sulla propria piattaforma, oltre che con le informazioni relative all’azienda.

Anche il sito trae enormi vantaggi da questo strumento. Quando si cerca un’informazione sul web, spesso si ricorre ai motori di ricerca. Se il sito aziendale è provvisto di un blog, si aumentano di molto le possibilità di essere trovati. I contenuti informativi presenti in questo canale aiutano il sito a comparire tra i risultati di ricerca.

Persino gli e-commerce per vendere di più hanno bisogno di un blog. Se usato correttamente esso può creare la motivazione necessaria per spingere il potenziale cliente ad estrarre la carta di credito e acquistare. Il blog è lo strumento giusto per ottenere l’interesse, l’attenzione e la fiducia del cliente. Tre componenti essenziali per far concludere il processo d’acquisto e incentivare il ri-acquisto.

Guide, articoli informativi e d’intrattenimento sono contenuti preziosi per un blog di successo. Ma non bisogna dare importanza solo al contenuto, conta anche la forma. Un articolo con contenuti interessanti può trarre grande giovamento da una scrittura leggera e contenuti multimediali che arricchiscono il testo. L’obiettivo è sempre quello di attrarre l’attenzione ed essere utili per i potenziali clienti. Solo così, li si potrà intrattenere e avvicinarli ai propri prodotti e servizi. Una strategia editoriale diventa fondamentale, facendo ben attenzione a bandire le comunicazioni fredde e asettiche tipiche del comunicato stampa e i contenuti autoreferenziali. Per la stesura di articoli di qualità il consiglio è quello di mettere al centro il cliente. Capire i suoi dubbi e le sue paure è necessario per produrre contenuti di valore e utili soprattutto ad abbassare le sue difese.

Read Previous

RICOSTRUZIONE, IL SINDACO-ISPETTORE TIBERII FOTOGRAFA L’USR: “SENZA ORGANIZZAZIONE E CON PROBLEMI STRUTTURALI. SERVE UN MANAGER”

Read Next

RIGOPIANO, CHIESTA ARCHIVIAZIONE ANCHE PER CHIAVAROLI E CAPUZZI