Giulianova, mobilitazione a difesa di piazza Dalla Chiesa e mercato a Km zero. Nasce un movimento

GIULIANOVA – Si costituisce a Giulianova, un ‘Movimento per la difesa di piazza Dalla Chiesa e del mercato coperto del Km. zero’, che raccoglie diverse sigle politiche “che hanno a cuore la città di Giulianova”, affermano. Di seguito la nota in cui il neo movimento illustra le sue ragioni e le iniziative da intraprendere.

“L’acquisto di prodotti alimentari a Km. zero è una prassi ormai consolidata nella società contemporanea. Tutti conoscono l’importanza della valorizzazione dei prodotti locali e stagionali. Si tratta, inoltre, di un settore economico fondamentale con grandi potenzialità di sviluppo, anche in termini occupazionali, che ha il pregio di consentire un’alimentazione sana, buona ed a prezzi equi.  Non a caso in moltissime città italiane si sta prestando grande attenzione al settore anche attraverso la realizzazione di strutture e circuiti dedicati alla promozione della filiera corta e di qualità.

Giulianova e i comuni limitrofi hanno campagne, aziende agricole, piccoli coltivatori e produttori per cui era stato costruito negli anni ’80 un mercato coperto in piazza Dalla Chiesa. Noi crediamo che questo strategico spazio urbano, con una consolidata vocazione per tali attività, debba essere valorizzato, ammodernato e reso funzionale per accogliere quotidianamente il mercato del km. zero. L’attuale amministrazione comunale, dimostrando una visione politica arretrata, non solo non ha all’ordine del giorno tutto ciò ma addirittura ha deciso di togliere il mercato alimentare da piazza Dalla Chiesa – particolarmente idonea per collocazione, viabilità e parcheggi – e trasferirlo altrove nei soli giorni dei mercati rionali, cosa che, purtroppo, ne potrebbe determinare la flessione.

Noi riteniamo che i produttori agricoli locali vadano sostenuti per l’importanza dei servizi che offrono alla comunità. Perciò è importante che piazza Dalla Chiesa conservi la sua originaria vocazione strategica di luogo ameno ospitante il mercato coperto della città, ripensando a una struttura adeguata e a norma, dato che quel mercato – nonostante le condizioni di disagio in cui sono gli operatori (mancanza di acqua e servizi igienici, pavimentazione dissestata e pericolosa) – continua ad essere florido e capace di attrarre tanti utenti, anche da fuori comune. Francamente non si comprendono le ragioni che hanno portato alla decisione di mandare via il mercato da quel luogo!

Pensiamo, a questo punto, che siano indispensabili iniziative dei produttori, dei venditori, dei fruitori, delle associazioni di categoria e dei cittadini in generale affinché con una opportuna mobilitazione democratica, dando voce alle ragioni che stanno alla base della difesa di piazza Dalla Chiesa e del mercato dei prodotti agricoli locali, si possa conseguire l’obiettivo.

Invitiamo a partecipare aderendo e scrivendo sul gruppo pubblico facebook ‘Difendiamo Piazza Dalla Chiesa e il mercato dei prodotti agricoli a km 0’ creata per informare e far esprimere la cittadinanza”.

Movimento per la difesa di piazza Dalla Chiesa e del mercato coperto del Km. zero

(Il Cittadino Governante, Articolo uno, M5S-Giulianova, Partito Democratico, PRC, PdCI, SI)

Read Previous

Reddito di cittadinanza, in Abruzzo lo percepiscono quasi 30mila nuclei familiari. Boom con il Covid

Read Next

Trasferimento centro vaccinazioni di Roseto, il Sindaco protesta contro la Asl