IL CONSIGLIO PROVINCIALE DICE SÌ AL NUOVO PRG DI BELLANTE

BELLANTE. Dopo una lunga istruttoria, il nuovo piano regolatore di Bellante, adottato dal Comune nel 2016, è approdato martedì scorso in Consiglio provinciale, che lo ha votato all’unanimità. È un parere positivo di compatibilità tra lo strumento urbanistico e le previsioni del Piano territoriale di coordinamento provinciale.

Il Comune di Bellante ha proposto una nuova perimetrazione delle aree classificate “di interesse biologico”, “di interesse paesaggistico ed ambientale”, “agricole” e “a rischio geologico”. Secondo gli uffici del servizio pianificazione territoriale, coordinati dall’architetto Giuliano Di Flavio e Copit (commissione consultiva), è stato compiuto uno studio analitico ed approfondito del territorio comunale e questo ha permesso di ridisegnare i perimetri degli ambiti di interesse ambientale con una variante normativa che permette la realizzazione di piccoli annessi agricoli, in alcuni e ben determinati ambiti territoriali.

Lo scenario di sviluppo del Piano poggia su cinque obiettivi generali:

  • riqualificazione e valorizzazione del patrimonio edilizio esistente;
  • tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e paesaggistico;
  • sviluppo di attività turistiche legate alla promozione del territorio;
  • individuazione delle strategie di qualificazione e valorizzazione degli spazi aperti relazionali;
  • razionalizzazione delle aree produttive.

A livello generale, il nuovo P.R.G. determina una diminuzione di consumo di suolo di oltre 6 ettari anche se aumentano le aree produttive, turistiche e il verde pubblico (per quasi 17 ettari rispetto al precedente piano).

Read Previous

TERAMO, SABATO L’INAUGURAZIONE DELLA “CASA DEL POPOLO”

Read Next

1° TROFEO “NON MIASTENGO”: IL TORNEO DI PALLAMANO A SOSTEGNO DEI MALATI MIASTENICI