Giorno del Ricordo, Teramo omaggia le vittime delle foibe nei giardini Micheletti

TERAMO – Anche Teramo ha commemorato il Giorno del Ricordo, che viene celebrato in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle drammatiche vicende del confine orientale negli anni a cavallo del secondo dopoguerra. Istituito per legge nel 2004, il 10 febbraio rappresenta il momento solenne in cui vengono ricordate le migliaia di infoibati e i circa 250 mila profughi giuliani, dalmati e fiumani che furono costretti a lasciare le loro case dopo la firma dei Tratti di Parigi, il 10 febbraio 1947, che assegnavano alla Jugoslavia l’Istria, il Quarnaro e la maggior parte della Venezia Giulia.

A Teramo l’omaggio ai Tigli, nella porzione dei giardini intitolati a Giuseppe Micheletti (eroe della strage di Vergarolla del 1946, medaglia d’argento al valore civile) con i Consiglieri comunali di opposizione Franco Fracassa, Mario Cozzi, Maurizio Salvi, Ivan Verzilli, Pasquale Tiberii. Inoltre il Consigliere Provinciale di Fratelli d’Italia, Luca Frangioni, e l’ex consigliere Alberto Covelli. Presenti anche Maria Di Domenico e Francesca Persia

Read Previous

Ricostruzione, Rivera risponde a sfollato che ha scritto lettera a Mattarella: priorità per terremotati in albergo

Read Next

Incidente nel cimitero a Torano, volontario del comune cade da un albero e si frattura il bacino: l’opposizione chiede chiarimenti al Sindaco