Festival delle Virtù e della Enogastronomia Teramana? Macchè, solo una figuraccia!

Nonostante fosse stata promossa male, anzi malissimo, non era comunque passata inosservata la Rassegna della quale l’Amministrazione Comunale si sarebbe fatta promotrice, vale a dire il Festival delle Virtù e della Enogastronomia Teramana. Dei 35 ristoratori che avrebbero dovuto aderire, da oggi al prossimo 5 maggio, forse saranno 6 o 7 coloro che, in qualche maniera, hanno davvero derogato dal loro standard abituale, almeno oggi: per il resto nulla di diverso!

Promuoversi va bene, farlo puntando sulla Gastronomia tradizionalmente teramana, è scelta azzecatissima, ma poi le cose bisogna non solo pensarle, ma progettarle e renderle davvero esecutive. Siccome non è stato così, stavolta l’amministrazione teramana ha rimediato, con il suo assessore Antonio Filipponi, una vera “figuraccia”.

Read Previous

Ben 80 atlete abruzzesi al Campionato Nazionale di Ritmica del CSI!

Read Next

Il 27 aprile nuovo test rally a Civitella del Tronto con debutto su sterrato della Fiesta R2