Breaking News :

A Pineto il 30° corso di Educazione Sanitaria al Primo Soccorso e Volontario Soccorritore

PINETO. E’ in programma per venerdì 25 ottobre alle 20,30 nella Sala Teatro Polifunzionale di Pineto la presentazione del 30esimo corso di Educazione Sanitaria al Primo Soccorso e Volontario Soccorritore. Durante la serata sarà possibile conoscere come si valuta un paziente, come si chiamano i soccorsi e come iniziare le manovre di rianimazione e ci si potrà anche iscrivere al corso stesso. L’iniziativa, valida anche per i crediti formativi scolastici, gratuita e aperta a tutti, è a cura del Pros Onlus Pineto in collaborazione con l’ANPAS e la locale Farmacia Comunale e si avvale del patrocinio del Comune di Pineto.

Le lezioni del corso sono nove e saranno tenute da validi professionisti e esperti come i medici Loredana Di MarcelloGaetano Pallini e Giulio Di Berardo, gli infermieri Miriam Pandolfi e Biagio Castagna, l’ingegner Marino Oliverii e dal Presidente del Pros Onlus Anselmo Candelori. Il corso si concluderà con un esame teorico e pratico.

“Il corso di educazione sanitaria proposto dal Pros Onlus è una iniziativa lodevole che da 30 anni va avanti nella nostra cittadina – commenta l’assessore alla Sanità del Comune di Pineto, Vincenzo Fiorà – segno della grande sensibilità e dell’altruismo dei nostri concittadini, elementi che fanno da base alla decisione di intraprendere questo percorso. Queste competenze possono salvare la vita delle persone e devono quindi essere divulgate il più possibile, per questo ringrazio gli operatori del Pros Onlus, i relatori dei vari incontri e quanti si sono lasciati coinvolgere per portare avanti questo corso che sono certo vedrà la partecipazione di molti interessati”.

 

“Quest’anno il corso di educazione sanitaria al primo soccorso e volontario soccorritore – aggiunge il Presidente Pros Onlus Pineto, Anselmo Candelori – compie trent’anni, un traguardo importante che ci sprona a proseguire nel cammino intrapreso per divulgare competenze preziose per salvare persone in difficoltà a seguito di un malore o di un incidente. Invito tutti gli interessati a partecipare al primo incontro per capire meglio il programma e come il corso è stato organizzato per poi decidere se partecipare e estendo l’invito anche agli studenti per i quali sono previsti anche crediti formativi. Ringrazio tutti coloro che ci hanno supportato nell’organizzazione di questo corso e tutti i relatori che si sono lasciati coinvolgere”.

 

Read Previous

A Giulianova il corso per futuri arbitri di calcio organizzato dall’Aia

Read Next

Lions Club Roseto degli Abruzzi Valle del Vomano: via al concorso mondiale “Un Poster per la Pace”