Montorio, il PD verso la quadra su candidato Sindaco: Marco Citerei in pole con il passo indietro di Guizzetti… ma Di Centa nicchia

TERAMO – Un passo indietro che molti hanno giudicato sorprendente, ma che porta passi in avanti nel quadro delle candidature per le amministrative di Montorio al Vomano. Ieri sera, nella riunione nella sede  provinciale del Partito Democratico a Teramo, l’ex assessore e consigliere comunale Andrea Guizzetti ha spiazzato tutti, lasciando la corsa alla candidatura da Primo cittadino.

L’ ex candidato Sindaco con la Lista “Montorio Avanti Insieme” ha contestualmente annunciato di appoggiare la candidatura di Marco Citerei, chiedendo a tutti gli altri aspiranti del centrosinistra montoriese e del PD di essere responsabili e di fare altrettanto.

Per il centrosinistra montoriese, dopo un ventennio di divisioni, cominciate con l’era Di Giambattista quando ci fu la prima spaccatura con la lista “I tre colli” di Catalini, arriva dunque un atto di responsabilità, che punta a ricompattare l’intera coalizione.

A Montorio in questi ultimi 20 anni, infatti, il centrosinistra si è sempre presentato diviso o quasi: ricordiamo le sfide Di Giambattista – Catalini. Si rischiò anche nel secondo mandato Di Giambattista, poi Di Donatantonio – Di Centa ed infine Citerei – Guizzetti nell’ultima tornata elettorale.

Da dire che l’incontro di ieri sera segna, è vero, passi in avanti, con la sintesi Guizzetti-Citerei, ma restano ancora in corsa gli stessi ex amministratori Di Centa e Di Giambattista. Si allineeranno? Chissà?

Intanto, l’accordo tra i due è stato possibile grazie al lavoro dei vertici provinciali e regionali del PD e di alcune forze civiche, come il gruppo di “Montorio Avanti Insieme” a cui fanno capo lo stesso Guizzetti capogruppo ed il consigliere Paolo Sacchini.

Ora, con un PD che sembrerebbe essersi ricompattato, potrebbero tramontare anche ipotesi di intese trasversali, in stile BIM e Ruzzo, visto che questa decisione, di fatto, sembrerebbe mettere fuori gioco eventuali “mal pancismi” e voglia di scissioni.

Sarà così? Di Giambattista, intanto, ieri sera non era presente all’incontro, mentre Di Centa preme sul partito perché si faccia una valutazione precisa sulla figura di un candidato vincente. Ergo, ha fatto capire che non sarebbe così contento eventualmente si andasse verso questa scelta. Non si esclude quindi che Di Centa possa presentarsi con una propria lista.

Attualmente la sola certezza è che sembra essere tramontata l’ipotesi delle Primarie.

Resta inoltre da capire cosa farà il centro-destra dinanzi a questa “fuga in avanti” del centrosinistra montoriese, che si prepara alla composizione della lista ed alla prossima campagna elettorale.

Read Previous

VIDEO |Teramo, Centrale 118 andrà a Casalena e nasce struttura Covid per i drive-test. Un camper invece per tamponi nei comuni costieri

Read Next

UNITE, unità di ricerca in diritto navigazione confermata nel progetto del Governo spagnolo