Montorio Polis, ecco le spese dell’amministrazione Facciolini

Un’analisi, operata dall’associazione civica Montorio Polis, certifica che l’entità delle maggiori spese o mancati introiti, per le casse comunali di Montorio al Vomano, ammonta già a circa 193.000, dall’insediamento dell’amministrazione Facciolini.

Nel dettaglio:

-) acquisto e stampa delle T-shirt “L’ora dello spreco” ( da indossare con temperature pari a 6 o 7 gradi ), pari ad € 365,00

-) mancata applicazione della penale alla società affidataria del servizio mensa scolastica, Pap s.r.l., pari a una somma oscillante tra le 500 e le 5.000 euro.

-) aumento delle indennità di Sindaco ed assessori, pari ad € 32.000 annui.

-) mancato introito derivante dalle problematiche relative all’affidamento della piscina comunale, pari ad € 29.500.

-) errori ed imprecisioni contabili in sede di affidamento al Mo.Te. del servizio raccolta rifiuti, pari ad € 30.000 annui.

-) mancata approvazione del centro di selezioni rifiuti in località Leognano per € 97.000 € da restituire alla società Tecnoglass per il cambio di destinazione d’uso del terreno.

Due di queste voci, quella relativa all’aumento delle indennità e quella che inerisce agli errori di affidamento al Mo.Te., inoltre, vanno rapportate all’intero quinquennio e andranno a produrre, nell’intera legislatura, maggiori spese per un totale di € 310.000,00.

“Si parla, pertanto, complessivamente, di uno spreco complessivo pari a circa 441.000 € di denaro dei contribuenti”, spiegano da Montorio Polis, “che poteva essere evitato e che avrebbe permesso di reinvestire la somma in iniziative utili alla cittadinanza e al bene comune”.

Read Previous

Montorio, Guizzetti e Sacchini: ” situazione di immobilismo dell’amministrazione. Paese lasciato allo sbando e in uno stato indecoroso”

Read Next

Nel weekend torna a Castelli la manifestazione Buongiorno Ceramica!