Confcommercio: misure di sostegno per le attività, sembra di essere tornati in lockdown

Il Presidente della Confcommercio Pescara, Riccardo Padovano:

PESCARA – “Purtroppo fra diffusione dei contagi, quarantene imposte o che le persone si auto impongono, siamo entrati di nuovo in una situazione di stallo economico che coinvolge in primis turismo e commercio.

Sembra di essere di fatto in lockdown al punto che tante attività, soprattutto nel turismo e nella ristorazione, hanno deciso di chiudere temporaneamente mandando in ferie i dipendenti. Aggiungiamo alla nuova ondata pandemica il caro energia e la ripresa dell’inflazione che stanno raffreddando i consumi ed ecco che lo scenario per le piccole imprese diviene preoccupante.

In un contesto così allarmante occorrono subito misure a favore delle attività più colpite a partire dal rinnovo della cassa integrazione Covid e delle moratorie fiscali e creditizie per arrivare a nuovi ristori mirati.

A tal riguardo la Confcommercio è in costante interlocuzione con il Governo per arrivare ad un decreto d’urgenza in tempi brevi.

A livello locale invece chiediamo ai comuni del territorio, a partire dal Comune di Pescara, di intervenire sulla fiscalità locale concedendo la proroga dell’estensione gratuita dell’occupazione suolo pubblico e una riduzione consistente della Tari anche per il 2022.

Si tratta di misure fondamentali per tenere in vita tantissime piccole imprese che costituiscono il tessuto economico e sociale del nostro territorio e che vanno sostenute  finché non si uscirà dalla pandemia e potremo assistere ad una vera e continuativa ripresa economica.”

Read Previous

Bilancio di fine anno della Regione, Spazio Civico: Roseto cenerentola d’Abruzzo

Read Next

Giulianova, torna a Pasqua il “Memorial Emilio Della Penna”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: