ANTONIO CICCONI  PRESENTA  IL LIBRO  “TERAMO MIA”

TERAMO – Giovedì  15 novembre alle ore 17 a Teramo, nella corte interna della biblioteca “Delfico”, il noto commerciante teramano Roberto “bullo” Cicconi  presenta in suo libro di poesie “Teramo mia” edita dalla Leonardo Nodari Editore.

Alla presentazione interverranno il dottor Piero Romanellii e il giornalista Leo Nodari, editore del libro.

Il libro di poesie di Antonio Cicconi, stampato su carta pregiata, in ogni sua lirica esprime  tutto il grande amore di chi è nato e ha lavorato per tanti anni nel centro storico di Teramo, tutta la sua passione per gli angoli della città, per i personaggi che l’anno popolata, mediante diverse emozioni, stati d’animo, di ricerca di se e del tempo che fu.Sono presenti numerose metafore, similitudini che sogliono esprimere incatenare l’animo del poeta nel suo intimo, cingendolo dentro parole ricche di magnetismo. Già, perché ogni poesia  di Cicconi lascia dentro un che di magico, che porta il lettore ad immaginare l’emozione, il sentimento provato dal poeta nell’istante in cui ci si immerge nella scrittura e lettura di codeste liriche.

Ogni poesia è una raccolta di figure che si intrecciano le une con le altre, in un gioco di similitudini, di metafore, di ripetizioni per regalare attimi al cuore di coloro che le leggono, le leggeranno e sapranno amarle. È un dono, che solo pochi riescono ad avere, ebbrezza di emozioni, di parole che si muovono nell’altalena dei ricordi.

Rime che spiegano, che sopravvivono nel tempo come rimembranze, come panorami estivi, notturni, lunari, nell’opposizione al presente, tra luce e buio. Indefinita bellezza, inaspettate dediche a persone che hanno rappresentato la sua vita.

Dà un senso di leopardiana vitalità, ma anche di pascoliana poetica, nel suo essere dall’animo puro con  una bellissima metafora di luce, che esprime tutta la gradita amicizia del poeta verso i cuori animati da profondità.

Ricordi di poesie, cuore multicolore di immagini, di emozioni che solo un fine poeta sa esprimere dentro il suo cuore. Un’identità di poeta, sempre gentile e mai espositore di se stesso, del suo essere poeta, del suo essere innamorata della vita.

Una poetessa che merita di essere scoperta, in ogni suo verso. Merita di continuare a regalare quei battiti del cuore che i suoi ricordi hanno suscitato in nell’autore.

Read Previous

“MOON WALKER” , AL VIA IL PROGETTO AL CENTRO DI RIABILITAZIONE DI SANT’ATTO PER I PAZIENTI CON DEFICIT DI DEAMBULAZIONE

Read Next

AL TEATRO COMUNALE DI ATRI TORNA LA STAGIONE SINFONICA IN SINERGIA CON L’ISA