NUOVO CDA PER L’UNITE: ROMANO ORRU’ E’ IL PRESIDENTE

Romano Orrù, che rimarrà in carica tre anni, ordinario di Diritto costituzionale italiano e comparato nella Facoltà di Scienze politiche, di cui è Decano, è il nuovo presidente della Fondazione Università di Teramo.

E’ delegato del Rettore per la formazione degli insegnanti, presidente del Comitato ordinatore per i corsi FIT, coordinatore del Dottorato in Governo dell’impresa, dell’amministrazione e della società internazionale.

Ha ricoperto, tra gli altri, il ruolo di: direttore del Dipartimento di Studi giuridici comparati, internazionali ed europei; delegato del Rettore per la Ricerca; prorettore alla Didattica; componente del Senato accademico e del Consiglio di amministrazione.

Dal 1995 al 2015 è stato docente incaricato di Diritto pubblico all’Università “L. Bocconi” di Milano, Vice Presidente del Collegio per le garanzie statutarie della Regione Abruzzo e componente il Comitato di garanzia e di indirizzo scientifico dell’Istituto per la finanza e l’economia locale (IFEL-Fondazione ANCI). È stato componente del comitato direttivo della rivista Diritto pubblico comparato ed europeo e del comitato direttivo dell’Associazione di Diritto pubblico comparato ed europeo, socio fondatore della sezione italiana dell’Istituto Ibero-americano de Derecho Constitucional.

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione nella seduta odierna ha così recepito le delibere del Senato Accademico e del CDA dell’Ateneo relative alla nomina di Romano Orrù quale presidente e di Michele Amorena, della Facoltà di Medicina Veterinaria, a integrazione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione, composto da Pier Augusto Scapolo, ex preside della Facoltà di Medicina Veterinaria, Enrico Del Colle in rappresentanza del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Massimo Lupino in rappresentanza del personale amministrativo di Ateneo.

Direttore generale della Fondazione è Manuel De Nicola, docente della Facoltà di Scienze della comunicazione.

Le Fondazioni universitarie, istituite con la Legge n. 388 del 23 dicembre 2000: quella dell’Università degli Studi di Teramo è nata nel 2003. Ne sono stati presidenti Luciano Russi dal 2003 al 2005, Mauro Mattioli dal 2006 al 2010 e Francesco Benigno dal 2010 allo scorso giugno.

«Le Fondazioni Universitarie ‒ ha dichiarato Romano Orrù ‒ rappresentano strumenti straordinari al servizio delle università pubbliche, che si trovano a dover affrontare compiti sempre più gravosi in termini di crescita, sviluppo e innovazione. Ed è proprio con lo spirito di servizio che cercherò di rendere più incisivo il contributo della Fondazione a favore dell’Università di Teramo, e quindi indirettamente a favore anche del tessuto industriale, economico e culturale della provincia e della regione. Il know-how finora acquisito dalla Fondazione, infatti, raccoglie un ventaglio di attività che spaziano dall’Information e Communication Technology alle produzioni radiotelevisive con tecnologie di ultima generazione, dalla realizzazione di prodotti didattici multimediali, alla formazione linguistica e al supporto ai progetti strategici, dai servizi editoriali alla creazione di archivi storici, dalla manutenzione e gestione di spazi alla progettazione, realizzazione e conduzione di punti ristoro».

«Sono convinto – ha concluso il nuovo presidente – che la Fondazione Università di Teramo riuscirà a consolidare e ampliare la vasta rete di servizi, in un appassionante gioco di squadra per la continua affermazione, a tutti i livelli, dell’Università degli Studi di Teramo» (Uff. Stampa Università).

Read Previous

A MONTORIO AL VOMANO TORNA IL PEDIBUS

Read Next

PROTESTA TERMINAL BUS AD ANAGNINA, L’ABRUZZO SI È MOBILITATO PER DIRE NO