Pineto, a Villa Filiani la mostra “Mare nostrum” per un progetto partito da Napoli

PINETO – Prosegue la rassegna “Mostre in Villa” a Villa Filiani di Pineto che ogni settimana, al piano terra della struttura simbolo della cittadina adriatica, propongono opere di artisti e allestimenti curati da diverse associazioni culturali.

Il prossimo appuntamento è dall’11 al 17 luglio, con la mostra “Mare nostrum” a cura dell’Associazione Culturale ‘Arteuropa’ di Avellino, in collaborazione con l’Associazione culturale l’Incontro degli Artisti di Montesilvano, per un progetto avviato nel 2019 a Castel dell’Ovo a Napoli e curato dal Maestro Enzo Angiuoni.

La mostra, attraverso le opere selezionate, realizzate con le diverse tecniche grafiche su tela di piccolo formato (40 x 40), affronta la questione con un storytelling visivo che tocca le corde del cuore e della mente: mare dolce e amabile, mare violento e divoratore, semplice e lineare, metafora dell’indole umana. Tanti gli artisti chiamati a raccolta. Per l’esposizione sono state selezionate circa 50 opere realizzate da artisti locali, nazionali e internazionali. La tematica affronta argomenti delicati come la migrazione con uomini che sfidano il mare con tenacia, paura e speranza di raggiungere un luogo che regali il gusto della serenità. La forza di questa esposizione è la sua capacità di abbattere ogni forma di pregiudizio generando un muto dialogo tra l’osservatore e l’opera che si fa oratrice non sentenziosa, ma mimica, dell’odierna realtà.

“La mostra a cura dell’Associazione Arteuropa affronta un argomento delicato e attuale – dichiara il consigliere del Comune di Pineto delegato agli Eventi, Marco Giampietro – attraverso l’arte saranno stimolate le riflessioni e le emozioni legate al dramma delle migrazioni. Desidero ringraziare i componenti di questa associazione e gli artisti che sono stati coinvolti per aver scelto anche Pineto promuovere la loro iniziativa artistica. E’ un onore per noi ospitarli nella certezza che i nostri cittadini e i turisti apprezzeranno le opere e il tema proposto”.

L’inaugurazione sarà domenica 12 luglio alle 18 con l’intervento, tra gli altri, della vice presidente dell’Associazione, nonché critico d’arte e pittrice napoletana, Luciana Mascia.

Successivamente, dal 18 al 24 luglio sempre a Villa Filiani, esporrà Patrizia D’Andrea. L’ultima settimana di luglio ci sarà Terezina Padovani. Dall’1 al 7 agosto 2020 esporrà Loriana Valentini, la settimana successiva (dall’8 al 14 agosto) tornerà a esporre l’artista Vincent Pompetti. Dal 15 al 21 agosto ci sarà un allestimento a cura dell’Associazione Paliurus, dal 22 al 28 agosto tornerà a esporre l’artista teatino Antonello Favata, a chiudere, dal 29 agosto al 4 settembre, ci saranno le opere di Concetta Daidone.

Read Previous

Volley A3, va delineandosi il roster del Pineto: ecco il palleggiatore Partenio

Read Next

VIDEO e FOTO | Teramo, presentato progetto esecutivo Casa dello Studente: entro 2024 inaugurazione