Miasmi Stam Colonnella, PD Val Vibrata al fianco dei cittadini e del comitato “Basta puzza”

NERETO – Il Coordinatore dei Circoli della Val Vibrata, Paolo Tribuiani sostiene le eventuali azioni che vorranno proseguire sia il comitato “Basta puzza” di Colonnella che il gruppo consigliare Colonnella Cambia per i miasmi maleodoranti provenienti dalla STAM, ditta che tratta principalmente fanghi di depurazione.

Questa situazione è molto simile per certi versi al caso della Wash Italia di Nereto, perché quando viene messa a repentaglio la salute dei cittadini, nella fattispecie sia quelli della Provincia di Teramo che di quella di Ascoli la situazione è davvero preoccupante. A tal proposito alla manifestazione del 4 luglio scorso a Colonnella, se da un lato è stata importante e indispensabile la presenza del consigliere regionale PD Dino Pepe che ha coinvolto sia l’Arta nel monitoraggio della situazione che il consigliere marchigiano di Italia Viva Fabio Urbinati, dall’altra è inspiegabile l’assenza e il totale disinteresse del Sottosegretario D’Annuntiis, del Sindaco di Colonnella Pollastrelli e di tutta la sua giunta. Probabilmente questo è un problema solo dei cittadini e non della politica di centro destra.

Noi pensiamo, invece, che la strada giusta per risolvere questo problema che da oltre otto anni attanaglia questo territorio, sia quello di mobilitare tutti i Sindaci della Val Vibrata e quindi l’Unione dei Comuni, di appoggiare il comitato “Basta puzza” di Colonnella e di coinvolgere qualsiasi forza politica abbia come interesse primario la salute dei cittadini.

I partiti di minoranza del Comune di Colonnella, il comitato “Basta puzza” e le varie associazioni createsi nelle Marche, a tal proposito hanno già fornito una “corposa” documentazione, dove vengono segnati gli orari sia notturni che diurni nelle quali i miasmi sono insopportabili, specie in estate dove non si è liberi a casa propria di godere degli spazi esterni. Tutto ciò è pazzesco, senza tralasciare il fatto che Colonnella, Martinsicuro e Controguerra sono paesi che vivono nel periodo estivo di turismo e che quindi avranno un danno d’immagine non indifferente.

Si deve trovare urgentemente una soluzione, assicurando a tutti i cittadini un’aria respirabile e salubre e l’indiscussa libertà di vivere serenamente i propri spazi all’aria aperta, cosa che adesso in certi momenti del giorno è impossibile!

Il partito democratico della Val Vibrata insieme ai suoi Sindaci non rimarrà comunque a braccia conserte e continuerà la sua battaglia a fianco dei cittadini di Colonnella e dei Comitati civici”.

Read Previous

Laboratori Gran Sasso, passi in avanti per la rimozione delle 2.300 tonnellate di sostanze pericolose

Read Next

Teramo, alloggi Ater: giunta delibera nuovo bando per altre 35 famiglie