FOTO | Al via da oggi Lectus 2021: si legge di “Ragione cartesiana” e le Istituzioni raccontano il Covid

TERAMO – Si inizia questo pomeriggio nella Corte interna dell’Archivio di Stato di Teramo e si concluderà il 26 settembre, con due appuntamenti annessi il 2 ottobre e il 22 novembre, LECTUS – Vox populi, la maratona di lettura spontanea e condivisa, negli spazi più belli ma anche più inusuali della città di Teramo. E non solo, perché nell’edizione 2021 la manifestazione, che è nel cuore dei teramani già da qualche anno, si sposterà anche nelle location di Alba Adriatica, Montorio al Vomano e Villa Tofo di Torricella Sicura.

Sarà la Sezione Filosofia, coordinata da Serafino Di Eusanio, con il tema della “Ragione Cartesiana” che dà il titolo all’intera kermesse, ad aprire gli eventi con la chiave di lettura contemporanea “che dodici giovani, tra liceali e studenti universitari – afferma Renato Pilogallo, direttore artistico di Lectus – proporranno per raccontare il nostro presente attraverso le tappe più salienti del pensiero filosofico, tracciando un fil rouge da Cartesio a Edgar Morin. Un confronto dialettico avvincente e quanto mai necessario”. Alle ore 17 all’Archivio di Stato.

Domani, mercoledì 8 settembre alle 19 presso l’Osservatorio di Collurania, sarà la “Galileiana” per la sezione Scienza organizzata in collaborazione con L’ Istituto Nazionale di Astrofisica a “tracciare insieme il guizzo creativo che risiede nell’uomo e lo proietta verso le stelle”, in una serata di letture tra scienza, teatro e musica.

Il 9 settembre ci si sposta sulla costa, alle 19.30 ad Alba Adriatica presso la Biblioteca Comunale di Villa Flaiani, “per un viaggio trasversale nel mondo della Commedia” in occasione del settecentenario di Dante Alighieri e della cerimonia di intitolazione della Biblioteca al dantista Domenico Pantone. Info e prenotazioni, per questa serata presso Ufficio IAT di Alba Adriatica.

Non si poteva ignorare l’attualità dell’epoca, legata all’emergenza Covid-19 e Lectus lo farà con la sezione “La Polis – Semantica della comunicazione istituzionale in tempo pandemico” in cui si farà uno strappo alle regole e, invece di leggere, i rappresentanti delle Istituzioni del territorio e i cittadini racconteranno a braccio, “quali criticità umane, politiche e spirituali ha vissuto e vive la Polis dopo due anni. Si racconterà di come è cambiata la lingua istituzionale rispetto all’informazione della popolazione e il ruolo centrale della comunicazione nel coordinamento e nella gestione di un’emergenza”. Venerdì 10 settembre, ore 17 in Largo San Matteo, a Teramo.

Sempre venerdì 10 settembre, ma alle ore 20 presso la Chiesa di Sant’Antonio, per la sezione “Religione” coordinata da Clara Taraschi gli studenti del Liceo Classico M. Delfico daranno voce a grandi pensatori del passato quali Cartesio, Pascal, Camus, Sant’Agostino, Platone, per ripercorre il viaggio filosofico tra Fede e Ragione, “in continuo intreccio nel cammino di ricerca umano costellato di interrogativi e proiettato alla ricerca della verità”.

Sabato 11 settembre si torna nella Corte interna dell’Archivio di Stato, alle ore 17.30, con la sezione “Psicologia e Psichiatria – Nuove Psicopatologie”, curata dal dott. Domenico De Berardis. “Bisogna ricordare che sia la psichiatria che la psicologia sono, prima di ogni altra cosa, scienze umane che hanno a che fare con le profonde diversità e le straordinarie unicità di ciascun individuo – spiegano i curatori dell’evento – Porteremo una serie di letture eseguite da figure molto diverse tra loro: psichiatri, psicologi e psicoterapeuti, infermieri, poetesse, scrittrici, operatori sociosanitari, terapisti della riabilitazione psichiatrica, semplici cittadini illuminati e persone ‘affette’ da curiosità innata”.

Domenica 12 settembre si conclude la prima tranche della maratona di Lectus/21 con la sezione “Letteratura – Sepùlveda e il viaggio” curata dal Presidente Arci Teramo Giorgio Giannella. “Esule politico, ecologista, strenuo combattente e guerrigliero, è stato questo e molto altro, il grandissimo scrittore Luis Sepùlveda. La sua scrittura si è intrecciata profondamente con i valori che auspicava perseguibili dalle società. Noi lo omaggeremo così: sulla banchina di una stazione ferroviaria con l’idea di viaggi ancora possibili e sul quel sottile confine che divide l’attesa dall’azione”. Alle ore 20 presso la Stazione ferroviaria di Teramo.

Ma nella stessa giornata del 12 settembre torna anche l’evento Cont.Test(E) Urban(E) nel cuore del quartiere San Berardo: alle ore 16 nel Teatro parrocchiale la Compagnia del Rospo Rosso porterà il suo spettacolo di figura, mentre alle 21.30 nel giardino del Teatro il M° Franco Antonio Di Donatantonio porterà il suo Concerto per Piano Solo con le musiche da film. Cont.Test(E) Urban(E) tornerà poi il 2 ottobre alle 21 in via Tevere con la sezione Musica e “Red Ronnie – videostory e star system della musica italiana”.

Dopo la seconda settimana di appuntamenti, dal 21 al 26 settembre con le letture sulle “Devianze della comunicazione social” e delle sezioni Giurisprudenza, Sport e Teatro, Lectus/21 chiuderà i battenti con l’evento riservato ai detenuti della Casa Circondariale di Teramo con il “Laboratorio di Scrittura non creativa – Il concetto dello spazio”.

Info e prenotazioni al numero 348 283 5340, sarà comunque possibile iscriversi agli eventi sul posto fino a esaurimento posti. Per accedere agli eventi sarà necessario esibire il Green Pass.

 

Read Previous

Coronavirus, in Abruzzo sono 70 i nuovi positivi (+41 della Asl Teramo) senza decessi

Read Next

FOTO e VIDEO | Caos Ipsia Marino, Di Bonaventura contro Comune lancia provocazione: togliamo dal Forti alunni di “Falcone e Borsellino”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: