A CAMPLI I PROGETTI PER IL RILANCIO DEL TERRITORIO SI INSEGNANO A SCUOLA

CAMPLI – Gli studenti delle scuole medie di Campli incontrano gli startupper di “Aperegina”, azienda locale che ha lanciato una linea di innovativi integratori sportivi a base di pappa reale, e il team del progetto “Allenarsi per il Futuro” delle aziende Bosch e Randstad Italia.

L’incontro, in programma il 4 ottobre, dalle ore 10 alle 13, al polo scolastico Marrocchi a Sant’Onofrio vedrà la partecipazione del sindaco di Campli, Pietro Quaresimale, dell’assessore all’Istruzione, Maria Angela Vanni, della dirigente dell’Istituto comprensivo di Campli, Antonietta Di Taranto, dell’arbitro di serie A e ingegnere ambientale, Gianpaolo Calvarese, co-fondatore, insieme al padre Silvano, della start-up nata dal connubio della passione per i prodotti naturali, per lo sport e per il territorio, la ginnasta Daniela Masseroni, il direttore Risorse Umane di Bosch Italia, Roberto Zecchino, e l’account manager Randstad Silvia D’Onofrio.

Obiettivo dell’incontro, attraverso la metafora dello sport e del serio impegno per il conseguimento dei risultati – afferma il sindaco di Campli, Pietro Quaresimale –, è quello di presentare ai nostri giovani un’idea imprenditoriale di successo finalizzata al rilancio e alla valorizzazione delle risorse naturali del nostro entroterra, anche con lo sviluppo di occasioni di nuova occupazione per i giovani residenti nei comuni del cratere. Un messaggio positivo che ci sembrava importante far arrivare ai ragazzi, che saranno attivamente coinvolti grazie anche alla partecipazione dei campioni sportivi”.

Con Aperegina stiamo perseguendo con determinazione un percorso finalizzato al rilancio socioeconomico del nostro territorio – spiega Gianpaolo Calvaresepuntando anche all’inserimento, all’interno della nostra azienda, di giovani motivati che credano nell’innovazione tecnologica e nella ricerca, come quella sulla quale abbiamo scommesso attraverso i numerosi studi condotti in ambito internazionale e la convenzione siglata con la Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Università degli Studi di Teramo”.

Partner dell’iniziativa Bosch e Randstad Italia, che si sono già distinte sul territorio per i progetti realizzati nelle scuole a favore dell’orientamento lavorativo e dell’occupazione giovanile – come “#NEETandiamoavincere” e “Allenarsi per il Futuro” con i grandi campioni delle varie discipline sportive – e, in particolare, per le azioni di sostegno alle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma, tra cui la recente donazione di elettroutensili per la lavorazione della ceramica e il lancio del contest nazionale “CREArte” dedicato al Liceo artistico Grue di Castelli.

 

 

Read Previous

TRASPORTO PUBBLICO, IL QUARTIERE CONA CHIEDE IL PROLUNGAMENTO DELLA LINEA IN VIA DEI MELOGRANI

Read Next

CAMPLI, LAVORI PALESTRA NINO D’ANNUNZIO: LA MINORANZA È SODDISFATTA