ALBA ADRIATICA, DEFINITE LE TARIFFE PER LA TASSA DI SOGGIORNO

ALBA ADRIATICA – Dopo Tortoreto anche Alba Adriatica fissa il tariffario per la tassa di soggiorno. La Giunta comunale ha definito e ratificato le tariffe in merito all’imposta di soggiorno, completando l’iter che vedrà dal 1 luglio fino a 31 agosto (solo due mesi) sperimentare la reintroduzione della mai troppo amata tassa estiva. Dal 2020 in poi, invece, l’operazione partirà dal 15 giugno. La tassa si pagherà solo per una permanenza consecutiva fino a 7 giorni.

Le tariffe si allineano a quanto stabilito già dal comune tortoretano con la novità del regime forfettario introdotto per due tipologie di soggiorno (area camper e appartamenti) con la possibilità di pagare 35 euro stagionale nel primo caso. Pera appartamenti e case vacanze il regime forfettario sarà invece settimanale e legato ai posti letto. Da un minimo di 10 euro ad un massio di 60 euro (10 posti letto)

Saranno tre comunque i settori interessati: alberghiero, extra-alberghiero e locazioni immobiliari. Per gli alberghi si parte da un minimo di 50 centesimi al giorno e ai 2 euro per le strutture a 5 stelle. La stessa differenziazione è prevista per i residence.

Dalla tassa di soggiorno saranno esentati solo gli under 14 e gli over 75, i portatori di handicap grave, gli appartenenti alle forze dell’ordine e di volontariato o impegnati in attività di pubblica utilità, e coloro che assistono i degenti nel distretto sanitario locale. Inoltre anche i gruppi di pensionati (over 65) impegnati in soggiorni sociali organizzati da enti.

 

 

 

 

 

Read Previous

GINNASTICA LIBERTAS TERAMO, DOMENICA A VILLA PAVONE 1^ PROVA CAMPIONATO REGIONALE FGI ARTISTICA

Read Next

IL VINO NON VA TRANGUGIATO, IL GOVERNO DI UN TERRITORIO NON VA IMPROVVISATO