“Non cadere nella rete”: i rischi del web spiegati ai ragazzi della secondaria di Isola del Gran Sasso

ISOLA DEL GRAN SASSO – “Non cadere nella rete. I nativi digitali e i rischi del web”. E’ questo l’emblematico titolo del Convegno che si è svolto presso la scuola secondaria di Isola del Gran Sasso e che rappresenta una nuova importante azione prevista dal documento e-Policy dell’istituto e relativa ai rischi del web. L’iniziativa è stata rivolta agli alunni e alle alunne delle classi quinte della scuola primaria e a tutte le classi della secondaria. All’evento, organizzato dalla referente bullismo e cyberbullismo Emiliana Di Sabatino e dalla referente e-Policy Daniela Pomponi in stretta sinergia con il Lions Isola del Gran Sasso-Valle Siciliana, hanno partecipato i sindaci della Valle Siciliana, rappresentanti delle forze dell’ordine, come Angela Vendittelli, Sovrintendente della Polizia di Stato e Fabrizio Scamurra, comandante della Stazione dei Carabinieri di Isola del Gran Sasso, esperti di diritto, come la presidentessa dell’ANFI Abruzzo, l’avvocato Amelide Francia e conoscitori del mondo del Web come il dottor Giammaria De Paulis, divulgatore scientifico, Web Social Manager, autore e conduttore della rubrica settimanale “Il cittadino digitale” in Buongiorno Regione di Rai 3. Sono intervenute anche la dottoressa Roberta Angelini, Medico Chirurgo, specialista in pediatria e la pedagogista Cinzia Turli, Professoressa di pedagogia generale presso l’Università San Raffaele di Roma. A moderare il dibattito è stata la giornalista Adele Di Feliciantonio, che da tempo si occupa delle “notizie” del nostro territorio.

La Dirigente Scolastica Giovanna Falconi ha inaugurato i lavori del Convegno invitando i ragazzi a riflettere su un tema che ha interessato da vicino l’istituto per alcuni episodi occorsi relativi alle tematiche trattate. Ha espresso la sua grande soddisfazione relativamente al fatto che, dopo il lavoro di riflessione svolto dalla scuola, tali episodi non si siano ripetuti ed ha invitato i ragazzi a procedere su questa strada. Nel ringraziare il Lions Club Isola del Gran Sasso-Valle Siciliana per l’aiuto fornito alla scuola nell’organizzazione del convegno ha invitato i ragazzi ad accostarsi al mondo dell’associazionismo al fine di poter spendere la loro vita per grandi ideali.

I relatori hanno approfondito con le classi i temi del bullismo e del cyberbullismo, hanno fornito suggerimenti pratici su come difendersi dalle insidie del web, indicando anche strumenti concreti a cui fare ricorso per denunciare chi commette reati, come la app della Polizia postale Youpol. Si sono soffermati, inoltre, sulle conseguenze, talvolta tragiche, che possono derivare da comportamenti “inconsapevoli” nell’uso dei social, attraverso il racconto di esperienze anche private che hanno coinvolto emotivamente il giovane pubblico. E allora, come si evince dal disegno della locandina realizzato da Aldo Mattei, docente di Arte e Immagine e come ha ribadito la dottoressa Romina Petrucci, presidentessa del Lions Club Isola del Gran Sasso-Valle Siciliana, “auguriamo ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze di non diventare pesciolini che vengono intrappolati nella rete”.

Read Previous

Atri, truffa su uno shop online. Denunciato un 72enne romano

Read Next

Teramo, mozione di Luzii (Italia Viva) sui finanziamenti agevolati per riqualificazione energetica di edifici pubblici

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: