ALBA ADRIATICA – La Giunta Casciotti, su proposta ed attivazione dell’assessorato all’Ambiente, in data 22 gennaio 2020 ha adottato tre importanti delibere a tutela e a salvaguardia dell’ambiente, della salute

Con la delibera numero 8, relativa al Piano per la transazione energetica sostenibile delle aree idonee il Comune di Alba Adriatica, chiede una convocazione presso il Ministero dell’Ambiente dello Sviluppo ed il Ministero dell’Ambiente per un confronto sui seguenti punti: stato del procedimento, partecipazione del Comune di Alba Adriatica alla definizione dei criteri di valutazione indicati dalla legge 12/2019, per la redazione del Piano. Con tale Piano verranno individuate le aree ove sara? consentito lo svolgimento delle attivita? di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi sul territorio nazionale.

Tale delibera e? stata adottata nel convincimento che la condivisione dei criteri di valutazione ed una loro definizione aderente ai diversi contesti territoriali e? condizione necessaria per assicurare efficacia e garanzia di non arbitrarieta? al PITESAI una volta adottato ed anche alla luce del significato politico dell’esito del Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016 che riaffermava il ruolo degli Enti di prossimita?, quali primi e principali interpreti delle istanze delle comunita? locali in materia di Governo del territorio.

Con la delibera n° 9 la G.M. stabilisce di adottare eventuali atti che si rendessero necessari per vietare a chiunque, su iniziativa di parte pubblica e privata, la sperimentazione e/o installazione del 5G sul territorio di Alba Adriatica in attesa della nuova classificazione della cancerogenesi applicando il principio precauzionale sancito dall’Unione europea, prendendo in riferimento i dati scientifici piu? aggiornati, indipendenti da legami con l’industri e gia? disponibili sugli effetti delle radiofrequenze, estremamente pericolose per la salute dell’uomo.

In ossequio dell’art 32 della Costituzione ed al principio di precauzione il Sindaco quale massima autorita? sanitaria ha emesso apposita ordinanza ( n°3 del 30 gennaio 2020) che vieta a chiunque la sperimentazione o l’installazione del 5G sul territorio del Comune di Alba Adriatica.

La delibera n° 10 concerne” La dichiarazione di emergenza a tutela del diritto umano al clima”. Con tale atto si dichiara l’emergenza climatica per il proprio territorio, in termini di persistente violazione del diritto umano al clima dei propri cittadini, come lesione presente e futura della loro salute e della salubrita? del loro ambiente, a causa della volonta? incostituzionale del Governo di non impedire nuove opere fossili e climalteranti. Si chiede altresi? al Governo di dichiarare con la massima urgenza lo stato di emergenza climatica e, conseguentemente, di riformulare a strettissimo giro tutti i programmi di politica energetica e ad impegnarsi ad agire in tutti i modi, le sedi e le forme consentite dall’art. 118 della Costituzione, affinche? la tutela del diritto umano al clima diventi il parametro dell’interesse pubblico primario e prevalente.

Auspicando una condivisione unanime, le tre delibere saranno portate all’attenzione dell’intero Consiglio Comunale nella seduta prevista per il mese di febbraio.

Con tali delibere la giunta assume una posizione chiara relativamente a tre questioni fondamentali per la salvaguardia ambientale: attivita? di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi sul territorio nazionale; sperimentazione e installazione del 5G; emergenza climatica.