Il segretario generale Uil Barbagallo e il presidente della Commissione Antimafia Morra a confronto con Tony Cardinale

L’AQUILA – Al seminario di criminologia intitolato ” le mafie estere in Italia e loro radicalizzazione” oltre ad esimii studiosi della criminologia italiana tra i quali Francesco Sidoti, Maria Teresa Gammone e Nicoletta Romanelli, un trio di tutto rispetto delizierà con i loro interventi chi avrà la fortuna di partecipare all’ottava edizione sull’approfondimento criminologico organizzato dall’Associazione nazionale vittime del dovere, in convenzione con l’università dell’Aquila ed in collaborazione con l’international Police Association e la Uil e che quest’anno si terrà presso l’aula magna della facoltà di scienze Umane dell’università dell’Aquila il 7 novembre a partire dalle ore 15.00.

Il Segretario generale della Uil Carmelo Barbagallo e il presidente della commissione antimafia Nicola Morra, cultori dell’antimafia italiana, si confronteranno, infatti, con Tony Cardinale uno dei più famosi avvocati di gangster Italo americani tra i quali Frank Cadillac Salemme e John Gotti.

Si prevede un un’interessantissimo tavolo di lavoro ove, all’approfondimento di tematiche tutte italiane sugli insediamenti in territorio nazionale di associazioni criminali ( nigeriana in particolare) farà da contraltare l’intervento di Cardinale pronto ad importanti rivelazioni sulla vera mafia americana la quale a detta sua vienea torto identificata in quella italiana.

L’evento finanziato dalla Fondazione Carispaq e che prevede la concessione di crediti per avvocati e giornalisti ha tutti i requisiti necessari per consentire agli organizzatori e ai relatori la scrittura di una pagina di storia nello scenario criminologico italiano e non solo.

Read Previous

Comune di Silvi, concorso pubblico per l’assunzione di n. 4 istruttori amministrativi: ecco il bando

Read Next

FOTO | Premio “Cambiamenti” della CNA Abruzzo, il teatino Luca Amicone si aggiudica la finale regionale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: