TERAMO –  Passa a maggioranza (19 voti favorevoli), la delibera sull’affidamento in concessione del Palascapriano, con 8 contrari e 3 astenuti (Fracassa, Salvi e Marchese).

Precedentemente erano stati votati due emendamenti per il raddoppio degli anni di gestione, uno a firma del consigliere di Teramo Vive, Piergiorgio Passerini, mentre è stato respinto quello delle minoranze su tutte le delibere degli impianti che prevedevano di “rispettare integralmente i criteri e le modalità di scelta del concessionario di cui agli art. 15 e 16 del vigente Regolamento per l’uso e la gestione degli impianti sportivi comunali“.

Il valzer sugli emendamenti è proseguito per ogni delibera presentata sugli impianti e con lo stesso esito ad ogni votazione. Alla fine tutte e sei le delibere sono state approvate a maggioranza con 18 voti favorevoli (mancavano Luca Pilotti, Daniela Di Giandomenico e Graziano Ciapanna).

Sull’assenza del consigliere Dem si apre un capitolo a parte: a Pilotti non è piaciuto la variazione del punto all’ordine del giorno, proposta da Massimo Speca e poi votata, che ha in pratica invertito proprio la votazione sulle delibere degli impianti, posticipando il punto sul conferimento della cittadinanza onoraria all’Associazione nazionale Alpini (mozione dello stesso Pilotti). L’ex capogruppo PD, per protesta, ha votato contro ed è uscito dall’aula, aggirandosi però per tutta la mattinata nei pressi del Parco della Scienza.