TERAMO – Il Dirigente Scolastico dell’I.C. Falcone e Borsellino Teramo 5, Maria Letizia Fatigati, ha accolto nella mattinata di ieri 29 settembre il Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto, la Presidente delle Acli provinciali Simona Mazzilli, il Direttore Luciano Casolani e la rappresentante Fap Acli Rosanna Di Nicola, presso l’auditorium della sede centrale di Villa Vomano al fine di vivere un momento di riflessione con la popolazione studentesca dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado della frazione dedicato alla ripresa dell’anno scolastico e alla imminente Festa dei Nonni.

I bambini della quinta elementare hanno aperto l’incontro con dei pensieri maturati dopo aver letto, con le proprie insegnanti, coordinate dalla fiduciaria Emanuela Anelli, la lettera che il Sindaco ha inviato agli studenti lo scorso 24 settembre. “Contagiamoci di felicità e proteggiamo sempre la gioia di chi ci sta accanto oltre alla nostra…” è questo il passaggio che più di tutti ha animato i pensieri dei bambini, diffondendo una meravigliosa atmosfera di emozione tra i presenti.

La Preside  ha ringraziato l’Amministrazione per l’attenzione riservata alla struttura dell’edificio scolastico adiacente alla sede centrale, intercettando il modo per bloccare i finanziamenti MIUR, ampliarli con fondi interni  e affidando la progettazione a due ingegneri specializzati in edilizia scolastica innovativa. Nell’edificio, che sarà collegato a quello esistente con un tunnel in plexiglass, ospiterà la scuola primaria, creando di fatto un campus educativo didattico dai 3 ai 13 anni, al servizio della frazione di Villa Vomano e delle zone limitrofe. Una ricchezza preziosa per il territorio e per il tessuto sociale di riferimento.

Il Sindaco e la Presidente Acli si sono rapportati ai ragazzi con parole incoraggianti e di attenzione nei confronti dell’emergenza sanitaria in corso, ma anche di fiducia nella scuola e nel percorso formativo che entrambi auspicano possa riprendere con la massima serenità.

Nella seconda parte dell’incontro il direttore Casolani e la prof.ssa Di Nicola hanno donato alle classi una pergamena con un pensiero rivolto al ruolo dei nonni nei confronti delle giovani famiglie e dei nipotini. “Che le vostre radici, cari nipotini, possano sempre essere irrorate d’amore per il nostro contesto di vita, affinché i vostri rami possano crescere rigogliosi verso l’Europa, ma sempre con il cuore rivolto verso le nostre montagne e i nostri litorali”. Questo l’incipit della lettera, tanta l’emozione e profondo  l’entusiasmo degli studenti, dai più piccoli ai più grandi, riservati al dolcissimo pensiero dei propri nonni. Quest’anno non sono potuti entrare in aula a causa delle ristrettezze anticovid, ma in questo modo la scuola ha voluto renderli presenti e protagonisti nei giorni vicini alla loro festa.