“Come rappresentante dei cittadini abruzzesi e membro della Camera dei deputati mi sono subito attivato per lo studio e l’approfondimento dell’emendamento riguardante il commissariamento per la messa in sicurezza dell’acquifero del Gran Sasso presentato ieri presso il Senato della Repubblica. Devo subito chiarire un aspetto: il Movimento 5 Stelle non accetta alcuna deroga alla normativa di tutela ambientale” dichiara Fabio Berardini, Deputato del Movimento 5 Stelle.
Le nuove disposizioni che verranno introdotte dall’emendamento al Decreto Sbloccacantieri, infatti, serviranno esclusivamente per l’effettuazione dei lavori di messa in sicurezza che, al contrario, non potrebbero essere avviati.
“Questo Governo dopo 20 anni di immobilismo dei precedenti governi e della Regione Abruzzo è finalmente intervenuto con una risposta concreta. Ma non solo. I lavori verranno seguiti ed analizzati da una cabina di regia regionale, con a capo il Presidente della Regione Marsilio che avrà il compito di coordinamento e di comunicazione alla collettività proprio sullo stato di avanzamento” continua il Deputato.
“Mi aspetto che tutte le associazioni che si sono sempre battute per la messa in sicurezza del Gran Sasso riconoscano il grande lavoro effettuato dal Ministro Toninelli e dal Movimento 5 Stelle. Solo il Movimento 5 Stelle, infatti, ha avuto il coraggio di intervenire su questa annosa vicenda con decisione. La tutela dell’acqua e dell’ambiente rimane una nostra priorità ed è per questo che nella cabina di regia che si occuperà della vigilanza sui lavori di messa in sicurezza dovranno essere inseriti anche i rappresentati delle ASL di Teramo e L’Aquila” conclude il Deputato Fabio Berardini.