Silvi, tributi evasi: recuperati 700.000 euro su 3 milioni

SILVI –  Sono positivi i primi riscontri all’iniziativa messa in atto dal Comune di Silvi per recuperare i tributi non pagati da alcuni cittadini nel corso degli ultimi anni. Sia per quanto riguarda la TARI che l’IMU è stata recuperata la percentuale del 25% delle somme evase rispetto a quelle realmente accertate.

Per il recupero che riguarda la TARI, curato direttamente dall’Ufficio comunale Tributi, sono stati recuperati 500.000 euro su un totale di 2.000.000 e per l’IMU, della quale si sta occupando una ditta convenzionata, quasi 200.000 euro su 1.000.000 di accertato, cifre queste che comprendono anche le quote rateizzate.

“Siamo soddisfatti – ha detto il sindaco Andrea Scordella – dei risultati che sta ottenendo l’Ufficio Tributi in questa operazione che, al di là dell’importanza in sé che ha per l’Ente, dimostra che i nostri concittadini stanno apprezzando e condividendo il nostro impegno a cercare soluzioni che siano capaci di conciliare le loro esigenze con quelle del loro Comune”. “Si può tranquillamente dire – ha aggiunto l’assessore al Bilancio Alessandro Valleriani – che stiamo registrando da parte dei cittadini una risposta più significativa di quanto era lecito attendersi. Così come ha trovato il consenso dei cittadini interessati anche l’ipotesi della possibilità di rateizzare gli importi, modalità che nei prossimi mesi sarà oggetto di ulteriori approfondimenti da parte del Comune”.

Read Previous

Roseto, via libera ai bandi di gara per il PalaMaggetti e la piscina comunale  

Read Next

Nasce a Teramo la BIO-paletta compostabile per caffè e cappuccino