Nasce a Teramo la BIO-paletta compostabile per caffè e cappuccino

CASTELLALTO – Nasce a Teramo la BIO-paletta, unica nel suo genere per non inquinare, prodotta grazie alla attenzione e alla salvaguardia dell’ambiente e della salute fatta dalla sua azienda produttrice, la PIR.SA.FA. Realizzata escludendo dalla propria produzione l’impiego di prodotti nocivi e utilizzo solo di materie prime certificate per alimenti, escludendo dalla propria produzione l’impiego di prodotti nocivi e utilizzo solo di materie prime certificate per alimenti .

“La nostra BIO-paletta è prodotto in PLA (acido polilattico a base di mais o canna da zucchero)”, dice la sig.ra Pirani, “oltre ad avere una forma elegante che è stata appositamente studiata per alleggerire l’articolo e quindi contenere gli sprechi di materia prima, è unica nel suo genere , per via della confezione di cartone che assicura l’igiene , grazie all’estrazione dall’alto . Non è il frutto di miscele di plastica tradizionale additivate con altri polimeri che rendono gli articoli apparentemente bio-degradabili . Questo specifico packaging è un ulteriore forma di rispetto per l’ambiente , perché viene completamente eliminato il processo industriale dell’incartamento singolo della paletta che contrariamente all’opinione pubblica “non è obbligatorio per legge”. E’ un prodotto Italiano a marchio CE, certificato per i MOCA , compostabile secondo la normativa UNI EN 13432 : 2000/2002 con scatola di cartone certificata , contenete le indicazioni per la raccolta differenziata”.

Fondata nel 1958 da Ferruccio Pirani con suo figlio Fabio e i fratelli, PIR.SA.FA. produce in Italia accessori per camiceria, abbigliamento e pelletteria. Nata come piccola realtà specializzata nella realizzazione di bottoni, oggi vanta un ricco elenco di referenze: segnataglie per grucce , sigilli, micro sigilli, clips, girocolli e stecchine in pvc ed altri accessori in plastica per limitarsi ai principali. Un’azienda in crescita che negli anni ha saputo innovarsi specializzandosi in stampaggio, lavorazione e tranciatura di materie plastiche e pvc. E oggi i suoi accessori equipaggiano alcuni dei marchi più importanti dell’abbigliamento made in Italy e sono esportati anche nei mercati esteri.

“PIR.SA.FA. risponde in tempi brevi alle richieste della clientela grazie ai propri macchinari ultra tecnologici e moderni”, dicono dall’azienda, “Allo stesso modo è in grado di garantire un servizio di personalizzazione sugli articoli prodotti grazie alla stampa a caldo e tampografica”. La sua vocazione all’innovazione ha consentito a PIR.SA.FA. di ideare articoli innovativi protetti da brevetto. Al tempo stesso l’azienda non rinnega le sue tradizioni e conserva gli antichi macchinari che hanno caratterizzato gli inizi dell’attività.

Grande attenzione è anche riservata alla salvaguardia dell’ambiente e della salute escludendo dalla propria produzione l’impiego di prodotti nocivi e utilizzo solo di materie prime certificate per alimenti. “Ci rifiutiamo di lavorare plastica riciclata di dubbia provenienza, perché può contenere di tutto e di più”, rimarca il sig. Pirani.

E’ stata premiata inoltre dal Consorzio imballaggi per aver tagliato i consumi energetici del 97%, sostituendo i vecchi macchinari con impianti super produttivi a risparmio energetico. “La competenza  nello stampaggio delle materie plastiche acquisita dal 1958”, dicono dall’azienda, “ha fatto sì che la PIR.SA.FA. di Castellalto, gestita dagli attuali nipoti di Ferruccio Pirani, ovvero i fratelli, Ferruccio e Elisabetta Pirani, sia ad oggi L’UNICA AZIENDA EUROPEA che è riuscita a produrre la vera biopaletta compostabile per caffè e cappuccino, completamente in PLA, oltre ad essere l’unica nel settore ad aver trasformato alcuni accessori prodotti in plastica tradizionale ( PS 06) nella versione compostabile (PLA ( 07)”.

Read Previous

Silvi, tributi evasi: recuperati 700.000 euro su 3 milioni

Read Next

Pineto, aggressione di inaudita violenza ai danni di un disabile: in manette uno slovacco