Vaccini anti covid, Ass.ne Nuove Sintesi: non alle imposizioni e all’obbligo

BELLANTE – “In questo fine 2020 si da notizia della commercializzazione per fine gennaio di vari vaccini anti-Covid-19. Sull’onda emotiva e farsesca del periodo da Grande Fratello che stiamo vivendo, giungono le più disparate affermazioni entusiastiche, e fin qui nulla da eccepire, pian piano però arrivano dichiarazioni quanto meno “curiose”, di seguito ne indichiamo due:

“Chi ha dubbi sul vaccino Covid sarà zittito, non avrà diritto di parola” (Romano deputato del PD)

“Chi non fa il vaccino non dovrebbe entrare in ristoranti, bar, treni e tenere sempre la mascherina” (Alessandro Gassmann attore)

In questi giorni sentiamo, che il Premier Giuseppe Conte vuole imporci con chi cenare e pranzare a Natale, che un CTS di estremisti vuole dopo secoli proibire la messa di mezzanotte, ma fin qui siamo abituati: in un anno dove ne abbiamo subite di ogni.
Arrivare però a voler ledere il diritto di ognuno di scegliere se farsi o meno il vaccino, è veramente grave. Non ci facciamo imporre nulla.
Il governo mondialista giallo-fucsia (il centro-destra è uguale) che vuole fare? Mettere in un gulag chi rifiuta di farsi il vaccino? Rifiutare ai “dissidenti” qualche forma di documento? Segnare con qualche tipo di numero o segno chi non vuole vaccinarsi? Se volete imporre il vaccino, anche solo per principio, NOI NON LO FAREMO!”

Ass.ne culturale Nuove Sintesi.

Read Previous

Articolo Uno Silvi : “Bilancio comunale con gravi difficoltà finanziarie e maggioranza nel caos per lotte interne”

Read Next

FOTO | Teramo, scarpette rosse alla Primaria De Jacobis