Regione, Scoccia replica a D’Eramo: parli di politica, ma limiti i danni

SULMONA – “Dopo l’Ambasciatore che non porta pena (Sabrina Bocchino) arriva ad intenerirmi anche lo statista Luigi D’Eramo“. L’intervento è della Consigliera regionale Marianna Scoccia. “Inizio a nutrire simpatia verso quest’uomo – afferma la Consigliera – che del tutto casualmente si ritrova a ricoprire una carica così importante. Lui che grazie al suo ex partito (La Destra di Storace) riuscì a strappare una poltrona da assessore provinciale e che per mantenerla iniziò a frequentare casa mia e di mio marito, Lui che è riuscito a perderle tutte con un partito al 35%. Lui che rappresenta oramai una meteora arrivata quasi allo schianto a terra”.

“Inutile ribadire quanto accaduto con la mia candidatura. Ringrazio D’Eramo per aver sottolineato che la mia storia politica è sotto gli occhi di tutti gli abruzzesi – conclude Scoccia – poiché per me rappresenta motivo di orgoglio visti i risultati che abbiamo incassato negli anni. Torni pure a parlare di politica ma, per il futuro, cerchi di limitare i danni”.

Read Previous

VIDEO | Teramo, giro di vite contro Halloween e feste: il Comune invita al senso di responsabilità

Read Next

Medici di medicina generale e tamponi, Core: una polemica inutile, si trovi l’accordo e si garantisca il servizio