Video incontro Consorzio Punto Europa- IC Falcone e Borsellino Teramo 5

TERAMO – L’Europa, Bruxelles, quanto sono distanti da Piazza martiri, cuore della città di Teramo?”

.se possiamo rispondere con la formula “ogni giorno un po’ meno” e se possiamo esprimere un senso di vicinanza sempre più percepibile è anche grazie al “Consorzio Punto Europa di Teramo”

E’ con questo incipit che si aperto nel pomeriggio di oggi un video incontro che ha visto la partecipazione attiva degli studenti delle classi prime e seconde delle scuole medie di Villa Vomano e di Teramo-Cona, dei genitori rappresentanti di classe, dei docenti, del Dirigente Scolastico prof.ssa M. Letizia Fatigati e dell’Amministratore Unico del COPE dott. Filippo Lucci.

La comunità educante dell’I.C. Falcone e Borsellino Teramo5 collabora da anni con l’Antenna Ufficiale “Europe Direct”, annoverata tra i principali progetti che l’Unione Europea ha ritenuto di affidare al Consorzio teramano, grazie alla partecipazione attiva nell’ambito della celebrazione della Giornata Europea della Diversità Linguistica, che vede l’apertura dei plessi dell’Istituto ai genitori e ai familiari degli studenti di provenienza non italiana, arricchendo la curricolare progettazione scolastica con interventi in lingua madre, filastrocche, favole, fiabe, canzoni o ninna nanne che fanno rivivere agli alunni e ai genitori esperienze lontane e che rendono ogni ambiente educativo un vero e proprio satellite europeo.

Il dott. Filippo Lucci ha presentato agli studenti collegati il prezioso asse di collegamento che il Cope rappresenta tra Teramo, il nostro tessuto territoriale, e l’Europa. Ha descritto l’azione di diffusione delle politiche dell’Unione Europea che svolge il Consorzio, a disposizione per sostenere le progettualità di giovani imprenditori che si avvicinano all’intercettazione di finanziamenti europei.

Gli alunni sono intervenuti nel dibattito con domande mirate e relative alla mobilità europea, ai bandi per competenze culturali, ai settori strategici che Bruxelles declina nelle varie programmazioni finanziarie.

Lucci si è soffermato molto sulle linee guida dei protocolli applicativi dell’Unione Europea, intesa nel suo ruolo di Istituzione costruttrice di Rete tra Stati, sottolineando più volte l’importanza di settori come l’Agricoltura e il Turismo, intesi come valorizzazione del nostro meraviglioso e rigoglioso territorio e preziose potenzialità di impiego e di imprenditoria giovanile.

La Scuola si pone, dunque, ancora una volta, come protagonista di una collettività che solo attraverso la conoscenza di ciò che le proprie istituzioni propongono potrà nel futuro avere la possibilità di saper attingere a significative opportunità di progettazioni di vita. Gli alunni di oggi e futuri cittadini di domani hanno il diritto di conoscere ogni sfumatura strategica offra loro il proprio contesto territoriale, la Scuola ha l’obbligo di creare sinergie, contatti, momenti formativi ed informativi, per dar voce e forma a sigle che altrimenti potrebbero restare incomprensibili acronimi.

Il Dirigente Fatigati e di docenti collegati hanno ribadito l’importanza dell’intercettazione dei finanziamenti europei anche nell’ambito scolastico, nelle loro declinazioni dirette ed indirette, come quelle che portano fondi nelle Scuole sotto forma di Pon e che permettono l’organizzazione di importanti tempi extracurricolari dedicati agli studenti e incentrati su traguardi di competenze linguistiche, logico matematiche, di robotica educativa e di socialità tra pari e con gli adulti, di linguaggi creativi e di scoperta del proprio tessuto storico sociale.

Ampliare gli orari curricolari per arricchire le opportunità formative dei giovani e per cercare di rendere le Nuove Generazioni italiane davvero competitive nel panorama Europeo, è questo il sentimento con il quale le Scuole, seppur tra non poche difficoltà, cercano di declinare le risorse economiche.

Il dott. Lucci ha chiuso il video incontro esortando gli studenti ad impegnarsi seriamente nel proprio percorso formativo, scolastico e personale, di avere costanza nello studio e passione nell’affrontare i vari passaggi e progetti di vita….solo una via in salita porta ad una meta concreta, vera e duratura…senza scorciatoie o facilitazioni effimere, rimandando all’avvio del prossimo anno scolastico contatti diretti progettuali con il Falcone e Borsellino Teramo5.

Un positivo momento di sinergia tra Istituzioni impegnate nello scopo unico del Bene Comune, un video incontro di arricchimento personale, culturale e formativo, di scoperta di un tessuto territoriale meritevole di attenzione e al servizio dei giovani. Che gli studenti delle medie di Villa Vomano e Teramo Cona, anzi che tutti i futuri cittadini della città di Teramo, possano in futuro non avere dubbi e incertezze nel muovere i passi giusti per la realizzazione del proprio sogno di vita”

questa la sintesi del Dirigente Scolastico M. Letizia Fatigati.

Read Previous

Guida ubriaco a zig zag in galleria, denunciato imprenditore

Read Next

Martinsicuro, minaccia moglie e figlio: arrestato un 65enne marchigiano