Bellante, il 2 giugno presidio statico di Nuove Sintesi “contro la dittatura sanitaria”

BELLANTE – «Martedì 2 giugno, Nuove Sintesi con un presidio “statico” e rispettoso delle tutele sanitarie dittatoriali (distanza sociale di un metro e mascherina) tornerà ad affermare la sua esistenza a Bellante paese sul Belvedere alle ore 11.30.
Dopo mesi dove ci hanno imposto gli arresti domiciliari, tolto le libertà di movimento e di manifestazione, denunciati e multati se andavamo a correre al parco, fare una passeggiata, prendere una boccata d’aria, ora piovono multe e TSO contro italiani che cercano di ripartire nel lavoro, nell’impegno culturale e nella contrapposizione alle menzogne fin qui diffuse dal regime usurocratico dell’unionista Conte e del suo governo a servizio di banche e lobby.
Saremo in piazza per riaffermare il nostro diritto alle libertà conculcate dalla “stato d’emergenza”, dalla perversione autoritaria di virologi, da una informazione di regime che ha creato puro terrorismo mediatico.

Saremo in piazza anche per dare voce e rappresentare le esigenze e le difficoltà sociali ed economiche di operai, piccoli imprenditori, commercianti.

Contro la dittaura sanitaria
Contro un presidente del consiglio con venature autoritarie
Contro un governo incapace e servo delle banche

Vogliamo tornare a sorridere, baciare, pregare, cantare, discutere, disobbedire …
Servire l’Italia!».

Così in una nota l’associazione culturale Nuove Sintesi.

Read Previous

Spiagge libere, a Pineto regna la confusione: la denuncia di Fratelli d’Italia

Read Next

Quando non si può parlare: la decima edizione del Premio giornalistico Benedetta D’Intino