Teramo assediata dalle auto? Istituiamo Premio per il miglior parcheggio selvaggio

Sig. Direttore,
a Teramo, città assediata dalle auto – dove si parcheggia persino al Parco fluviale e addirittura sulla scalinata d’ingresso dell’Ospedale Civile – si potrebbe istituire un “premio” da attribuire ad automobilisti che effettuano parcheggi temerari e che in riconoscimento della loro  “performance” siano – per una volta  – esentati da provvedimenti sanzionatori per essere poi – la seconda volta  – perseguiti a norma di legge.

A tal proposito si forniscono ai “candidati” alcune idee di parcheggio audace:

– dentro la Villa Comunale;

– ai Tigli;

– al Monumento ai Caduti di tutte le guerre;

– sotto i “ Portici  di Fumo”;

– sotto i Portici dell’ex Banco di Napoli;

– nel giardino di Piazza Orsini.

Parcheggiare sulle corsie riservate ai pedoni, alle fermate dei mezzi pubblici o ai parcheggi assegnati ai disabili è oramai diventato quasi un incontrastabile “dato di fatto”, nella quasi assoluta assenza di “servizi di controlleria”, in una città, peraltro, – almeno nei tratti pianeggianti – percorribilissima a piedi, a meno che non si sia disabili motori con gravi problemi di deambulazione o con altre patologie come, ad esempio, l’abulia.

L’uso dei mezzi pubblici sembra quasi disdicevole, ora come allora. Una quarantina d’anni fa esortai un conoscente ad utilizzare  i “tram”.  Mi rispose: “E che sono un impiegato del Catasto”? E allora dico: W gli impiegati del Catasto – oramai ovviamente in pensione o passati a miglior vita – se effettivamente facevano uso dei “tram”, considerato, poi,  che nella Teramo attuale il servizio di trasporto pubblico – al netto di tutte le criticità da cui è affetto – non è esattamente da Terzo Mondo, tanto meno ora che si sta tentando di apportare  qualche miglioramento allo stesso  con l’istituzione, in via sperimentale,  della linea numero 9 (P.zza Garibaldi – Villa Pavone) che mal non sarebbe se venisse prolungata fino al Centro Commerciale  e con l’annunciato aumento delle corse relative alle linee di collegamento con l’università.

 

Domenico Crocetti

 

 

(foto da facebook intrashTtenimento 2.0)

Read Previous

Basket B, la Globo Giulianova in cerca di conferme contro Senigallia

Read Next

Cas, scadenze al 17 febbraio per gli sfollati in Albergo: come non perdere il beneficio