TIGLI ABBATTUTI IN VIA RISORGIMENTO, IL COMITATO PREANNUNCIA ESPOSTO CONTRO L’ANAS

MARTINSICURO – L’ANAS ha compiuto un’altra strage di tigli secolari in via Risorgimento a Villa Rosa di Martinsicuro, togliendo la vita ad altre sei piante, dopo averne eliminate otto nel mese di dicembre scorso.
L’ANAS ha dimostrato un atto di forza contro un “bene natura” della comunità martinsicurese e vibratiana, senza tenere conto dei “vincoli ambientali e storici” di valenza nazionale e degli atti consiliari risalenti al 1991 (Statuto Comunale), al 1992 (adesione Alleanza per il Clima delle Città Europee), al 1995 (Tutela tigli via Risorgimento Anno Europeo Conservazione della Natura) e al 2007 (Qualità Ambientale Europea con la registrazione EMAS).
Il Comitato, con lettera del 01 gennaio 2019, ha diffidato il Dirigente ANAS del Compartimento della Regione Abruzzo, Ing. Antonio Marasco, dal compiere altri tagli di tigli. Nonostante ciò, ANAS ha ripreso il taglio degli alberi senza tener conto anche della volontà del Consiglio Comunale aperto del 22 gennaio c.m. che ha ribadito la conservazione dei tigli.

Il Comitato, subito dopo il primo taglio avvenuto il 13 Dicembre, ha immediatamente chiesto ad Anas ed al Comune di Martinsicuro, con relativo accesso agli atti, copia dei permessi che autorizzano la stessa ANAS a svolgere contestate attività sul territorio cittadino. Ad oggi, nonostante l’azione di abbattimento dei Tigli sia reiterata, nessuna risposta esaustiva è pervenuta dagli Enti interpellati.
Il Comitato comunica che risulta inutilizzabile per l’abbattimento dei Tigli la nota della Regione Abruzzo posta all’attenzione dell’assemblea dei cittadini durante il Consiglio Comunale straordinario dal Sindaco Vagnoni. Con comunicazione chiarificatrice la stessa Regione Abruzzo in data odierna afferma che il parere emesso non può autorizzare i tagli poiché mancano gli esami scientifici di riferimento, esattamente quanto già sostenuto dal Comitato.
Il Comitato ritiene che il rispetto della legalità, delle normative e la correttezza dei percorsi autorizzativi siano le precondizioni necessarie per qualsiasi dialogo costruttivo volto alla mediazione e alla soluzione dei problemi emersi sull’area di Via Risorgimento.
Il Comitato informa che sta predisponendo un esposto dettagliato sui reati ambientali, paesaggistici e storici compiuti da ANAS ai danni del patrimonio arboreo della comunità di Martinsicuro da inviare alla Procura della Repubblica di Teramo.

Il Presidente Prof. Enio Marconi

Read Previous

“INNAMORATI A TERAMO”, ECCO IL TITOLO DELLA 4 GIORNI DEL SAN VALENTINO TERAMANO CON UN FORTE MESSAGGIO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Read Next

GIORNATA DELLA MEMORIA, LA CERIMONIA IN PREFETTURA CON LA CONSEGNA DELLA MEDAGLIA D’ONORE