TERAMO, IL COMUNE DICE NO A FUSIONE CAMERA DI COMMERCIO: IN CONSIGLIO MOZIONE CONTRO L’ACCORPAMENTO CON L’AQUILA

TERAMO –  Una mozione contro l’accorpamento della Camera di Commercio di Teramo con l’ente camerale aquilano. E’ quanto sarà presentato nei prossimi consigli comunali che si terranno tra febbraio e marzo. Il programma è stato fissato stamane dal presidente del Consiglio Comunale Alberto Melarangelo, a seguito della conferenza dei Capigruppo. All’ordine del giorno, dell’Assise civica, si andrà con un documento il più possibile unitario per scongiurare un accorpamento, considerato dai piu non positivamente, per le imprese del capoluogo aprutino.
Intanto la data vera e propria del prossimo consiglio comunale non è stata ancora fissata: è certo che si andrà dopo il voto regionale del 10 febbraio. Si terrà prima un’altra seduta di question time (12 febbraio) e poi il 20 potrebbe essere una data valida (ma è da confermare) per la seduta consigliare, dove si andrà ad approvare lo Statuto comunale. “Sarà una giornata storica, dopo 20 anni si andrà ad approvare il nuovo Statuto – spiega Melarangelo. Anche la vicenda del debito da transare con l’IZS sarà oggetto di Consiglio: in corso di definizione le valutazioni urbanistiche.
Si arriverà a marzo poi con la delibera sul Teatro Romano che darà il là all’approvazione del progetto preliminare. Inoltre si dovrà discure in merito al Bilancio Previsionale che dovrà poi essere approvato entro il 31 marzo. Un bilancio triennale dove si daranno le linee guida.

Read Previous

TERAMO, L’AMMINISTRAZIONE VISITA LA FRAZIONE DI VILLA TOFO: I RESIDENTI CONSEGNANO DOCUMENTO CON LE CRITICITA’ DA SUPERARE

Read Next

PINETO, IL RACCONTO BAD BOY DELLA 3^ A VINCE IL CONCORSO “GUARDARE&VEDERE” IN OCCASIONE DELLA GIORNATA DELLA MEMORIA