CARO PEDAGGI, IL MINISTRO TONINELLI CONTRO I SINDACI: “DOV’ERANO QUANDO I LORO LEADER FACEVANO ACCORDI CON IL GESTORE?”

ROMA – Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli non ci sta ad essere diventato oggetto delle critiche dei sindaci abruzzesi sul caro pedaggi autostradale. Gli aumenti della tariffa su A24 e A25 dal 1 gennaio in un modo o in un altro dovranno essere scongiurati e il Ministro in una nota è laconico: “Mentre il Governo sta lavorando per sterilizzare gli aumenti dei pedaggi autostradali di inizio anno, è singolare assistere alle proteste dei sindaci di quei partiti che negli anni passati, mentre guidavano l’esecutivo, hanno consentito che i concessionari mettessero le mani nelle tasche degli italiani e hanno blindato quei contratti-regalo in favore dei prenditori di Stato”. . “Si dimettessero se si vergognano di quanto hanno fatto i loro capi politici. Se la prendano con loro. Ora è facile, da sindaci, fare la parte dei difensori dei cittadini. Ma dove erano, in quale piazza, sotto quale Ministero quando i loro leader legavano le mani allo Stato e lasciavano gli utenti delle autostrade in balia dei gestori? Il Governo del cambiamento – conclude Toninelli – sta invertendo i rapporti di forza. Lo Stato torna a fare lo Stato”.

Read Previous

SICUREZZA SCUOLABUS AD ATRI: L’AMMINISTRAZIONE REPLICA A LEGA E 5STELLE

Read Next

TORTORETO, RICHIEDENTE ASILO TROVATO CON 300 GRAMMI DI MARIJUANA A DUE PASSI DAL CENTRO DI ACCOGLIENZA