VIDEO | RICOSTRUZIONE: LOLLI RICEVE IL MINISTRO CENTINAIO

L’AQUILA – Turismo, ricostruzione e questione del recupero delle tasse sospese dopo il terremoto del 2009 chiesto dalla Commissione Europea, sono stati gli argomenti affrontati questa mattina nel corso dell’incontro che il Presidente della Regione, Giovanni Lolli, ha avuto a Palazzo Silone con il ministro per Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Gian Marco Centinaio. Parlando di quest’ultimo argomento, che potrebbe rappresentare un durissimo colpo alle attività produttive ed economiche nei territori colpiti dal sisma del 2009, Lolli ha detto che “si tratta di una situazione assurda e ingiusta che per inerzia e omissioni dei governi precedenti, mette in serie difficoltà le imprese che hanno investito e che continuano a garantire livelli occupazionali nei territori del cratere”.

Quanto ai problemi della ricostruzione, Giovanni Lolli, che ha detto al ministro di aver avuto al riguardo numerosi incontri con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ha ribadito che “la Regione Abruzzo intende lavorare insieme con il governo Conti allo scopo di sbloccare al più presto i processi di ricostruzione che a causa del rinnovo dei vertici degli uffici speciali e dei ritardi nella nomina del successore di Paola De Micheli nel ruolo di commissario straordinario alla ricostruzione, sta causando un ingolfamento nell’esame delle pratiche, con la conseguenza di ritardare, oltre alla ricostruzione pubblica, anche quella privata”. In proposito Centinaio ha detto che il governo “sta cercando di costituire un tavolo per la ricostruzione intorno al quale siederanno il commissario straordinario, i ministri interessati e i presidenti delle regioni, in modo da fare sintesi e risolvere le questioni”. Commentando il problema dell’allineamento delle legislazioni vigenti sulla ricostruzione dei vari terremoti che hanno colpito L’Aquila e il centro Italia, Centinaio si è detto convinto che “la burocrazia sia il male peggiore di questo Paese”.

Dopo l’incontro con il presidente vicario Giovanni Lolli e con il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, il ministro ha visitato la città, poi ha raggiunto il monastero-fortezza Santo Spirito a Ocre (L’Aquila) dove ha incontrato i rappresentanti delle DMC, del Polo d’Innovazione, di Federparchi e delle associazioni di categoria e una delegazione delle associazioni dei balneatori sulla direttiva Bolkestein. “Il turismo è un volano importante per tutti i territori, può e deve essere un asset centrale nello sviluppo dell’Abruzzo”, ha detto Centinaio, a margine dell’incontro all’Aquila per fare il punto sulle questioni economico-sociali legate a sviluppo e ricostruzione. “Spesso è proprio il turismo che serve per far ripartire determinati territori, penso che una politica sul turismo seria in questa regione possa permettere all’Abruzzo di ripartire”, ha concluso il ministro.

Read Previous

CRAM, BILANCIO POSITIVO PER LA TRE GIORNI AQUILANA

Read Next

BRACCONAGGIO NEL PARCO: SORPRESI E DENUNCIATI DUE UOMINI