Area Marina Protetta del Cerrano: le preoccupazioni del M5S

PINETO – Ci arrivano notizie preoccupanti sull’Area Marina Protetta. Pare che il centro destra tenti di ingerire, con la solita spregiudicatezza, sull’operatività di una struttura che non dovrebbe essere certo teatro di scontri politici, avendo la fondamentale funzione di tutela del territorio e promozione di attività associate come il turismo sostenibile, la pesca e la valorizzazione delle nostre bellezze naturali.

Il Presidente Marsilio ha invece inviato una comunicazione indirizzata al Presidente ed al CDA, intimando loro di non prendere decisioni senza condividerle con la Regione (di Centro destra), la Provincia di Teramo (di Centro destra) ed il Comune di Silvi (di Centro destra). Ciò denota la totale inconsapevolezza di questa classe politica che mette sempre i propri interessi davanti a quelli della comunità. Il ruolo dell’Area Marina Protetta e del Consorzio è la valorizzazione del territorio di Silvi e Pineto e l’elaborazione di programmi e progetti innovativi, per portare fondi comunitari e nazionali a vantaggio dei territori. Attività che loro vorrebbero bloccare, o quantomeno ingessare, a causa della “imminente scadenza degli organi statutari” (che in realtà ci sarà fra otto mesi), quindi in attesa di piazzare i loro uomini e le proprie politiche, notoriamente non proprio rispettose dell’ambiente e dell’interesse pubblico. La questione è arrivata al tavolo della Commissione di Vigilanza della Regione Abruzzo, quindi attendiamo che si faccia luce su questo ennesimo, sfacciato ed inopportuno tentativo di far prevalere interessi particolari a quelli della collettività.

Valentina Corneli
Simona Astolfi
Massimo Blasiotti

Read Previous

Giorno della Memoria, Rifondazione ricorda Alberto Pepe e omaggia l’Armata Rossa

Read Next

FOTO | Marsilio incontra religiosi Chiesa Ortodossa: in Abruzzo presenti 22.000 fedeli