ROSETO DEGLI ABRUZZI – Il Consiglio Comunale di Roseto ha approvato all’unanimità la risoluzione sulla fiscalità, che prevede rateizzazioni e proroghe delle tasse comunali in conseguenza all’emergenza Covid-19.

In particolare, la risoluzione impegna Sindaco, Giunta e apparati amministrativi dell’Ente ad adottare atti deliberativi e di gestione relativi alla rateizzazione della Tari fino a 36 mesi per i soggetti danneggiati dal Covid 19, siano essi imprese o privati. Per tutti invece è stata prevista una proroga del pagamento della prima rata al 30 settembre mentre al 10 dicembre è prevista la rata di saldo. Per quanto riguarda inoltre il pagamento delle imposte minori, dunque Tosap e imposta sulla pubblicità, è prevista una proroga al 31 ottobre.

La risoluzione ha inoltre previsto una destinazione prioritaria dei proventi dell’imposta di soggiorno alle iniziative promozionali della città secondo le indicazioni del tavolo turistico, e ha sancito l’eliminazione dei parcheggi a pagamento sul lungomare nel periodo di settembre 2020 per favorire il turismo destagionalizzato.

“Intendo esprimere vivo compiacimento – dichiara il sindaco Sabatino Di Girolamo – per i provvedimenti approvati nella seduta di ieri, quando tutte le forze politiche si sono ritrovate sull’opportunità di una risoluzione che aiuta il tessuto economico rosetano a superare un momento di difficoltà lasciando in mano ai cittadini e soprattutto alle imprese, liquidità necessaria in un momento di difficoltà. Questo – conclude il sindaco – comporterà delle spese per il bilancio comunale e quindi sacrificheremo qualche intervento sul territorio, ma era doveroso soccorrere il tessuto economico e sociale cittadino, in questa fase nella speranza che possa esserci al più presto una ripresa”.