Teramo, mozione del M5S per implementazione strategie volte a ridurre la plastica

TERAMO – Nel prossimo Consiglio Comunale  di Teramo, il Movimento 5 Stelle presenterà una mozione per l’implementazione di strategie volte alla progressiva riduzione della plastica nel territorio comunale.

“La mozione nasce dall’esigenza di migliorare la gestione differenziata dei rifiuti anche attraverso strumenti innovativi che, oltre a raggiungere l’obiettivo del riciclo e riuso, possono dare  il giusto stimolo alla sensibilità e all’educazione ambientale”, dice Pina Ciammariconi consigliera M5S.

Si vuole così dare seguito alla adesione operata dal  Comune di Teramo alla strategia “plastic free”, indirizzata alla “progressiva riduzione della plastica “, scelta che si inserisce nella volontà di salvaguardare e tutelare l’ambiente” come si legge nel sito internet dello stesso comune.

La mozione conterrà due proposte concrete. 

Con la prima, richiamando il Fondo denominato “Programma sperimentale Mangiaplastica”, in cui l’articolo 4-quinquies prevede una dotazione complessiva di 27 milioni di euro per il periodo 2019-2024, al Comune verrà chiesto di attivarsi per seguire l’iter propedeutico alla richiesta dei suddetti fondi per l’istallazione di eco-compattatori, su tutto il territorio comunale. Gli eco-compattatori (o macchine “mangia plastica”) sono impianti già presenti in tutta Europa e in diverse città Italiane ed il loro sistema di incentivazione al riciclo, ha dimostrato di saper raggiungere risultati molto importanti nel circuito virtuoso che collega il valore ecologico ad un indiscutibile valore economico ovvero il c.d. “riciclo premiante”.

Nella seconda  si chiederà all’amministrazione di dotare progressivamente(eventualmente con l’aiuto di sponsor o del partner privato che si aggiudicherà la gara della gestione dei rifiuti)  gli studenti degli istituti comprensivi cittadini, di borracce ecosostenibili come sta già avvenendo in alcuni comuni della nostra provincia.

“La proposta  nasce dalla consapevolezza che qualunque strategia volta al risparmio energetico, alla riduzione della plastica, all’educazione al corretto conferimento non può prescindere dalla formazione  dei ragazzi affinché essi e le loro famiglie diventino in futuro cittadini consapevoli   sui temi del non utilizzo di materiali nocivi per l’ecosistema”, prosegue la consigliera.

Il Movimento, considerata l’attenzione mostrata dall’amministrazione verso tematiche ecologiche e sostenibili, auspica una piena accoglienza della mozione da parte delle forze di maggioranza e minoranza.

Read Previous

Evasione, le precisazioni dell’imprenditore Franco Iachini

Read Next

Furti in piscina ad Atri e nella palestra Wellness a Teramo: arrestato torinese