TERAMO – Inaugurati questa mattina i murales realizzati da Gedo su due cabine di e-distribuzione a Teramo. La cerimonia simbolica si è svolta presso la struttura di via Fonte Regina (l’altra opera è sulla cabina di frazione Scapriano), grazie al supporto dell’Amministrazione Comunale di Teramo e dell’Amministrazione Provinciale all’idea lanciata dall’associazione Big Match che rientra nel progetto “Donne e Rinascita” per dire No alla violenza sulle donne. A questo si affianca il progetto “Trochildeae” dell’artista Ivan Dimitri Pilogallo (in arte Gedo, già autore di diversi murales in Italia e a Teramo) che ha il doppio scopo di lanciare un messaggio chiaro contro la violenza sulle donne e, allo stesso tempo, rendere meno impattanti e riqualificare due strutture asettiche, “industriali”, trasformandole in una tela artistica di Street Art.

L’iniziativa si avvale della collaborazione del Centro antiviolenza “La Fenice” e del Liceo Artistico “Delfico-Montauti” ed è stata finanziata dalla Fondazione Tercas. “La realizzazione di murales in città ha attirato l’attenzione di e-distribuzione che ha valutato di inserire ‘Trochilideae’ nel suo circuito nazionale per la riqualificazione di due cabine presenti in città, quella in via Fonte Regina, appunto e l’altra a Scapriano – informano gli organizzatori -. L’inaugurazione dei murales rappresenta l’ultima fase di un ampio progetto che ha avuto inizio già lo scorso anno. Il periodo dicembre/febbraio ha visto protagonista il Liceo artistico ‘Delfico-Montauti’ con l’organizzazione di alcuni incontri formativi con le operatrici del Centro Antiviolenza della Provincia di Teramo, per coinvolgere gli studenti in un ciclo di lezioni sul tema della violenza“. Gli studenti, coordinati dalla Prof.ssa Rita Di Gregorio, hanno inoltre realizzato un pannello posto nell’atrio del Centro antiviolenza di Teramo.