FOTO e VIDEO | La tradizione di una città: Poker sa di Teramo

Dal 1960 “Poker” è a Teramo. La Famiglia Sfoglia è sinonimo di negozi di Pelletteria in città. Oramai quattro generazioni di commercianti che sono, di fatto, la storia della città. Da una prima bancarella nei pressi del Municipio di nonno Altobrando, al negozio sotto i portici di Fumo (corre l’anno 1949) dello Zio Pasquale allo storico primo esercizio in via Costantini, con papà Valderino detto “Walter”.
A parlare è Dario Sfoglia che ieri ha raggiunto un altro traguardo: inaugurare nuovamente “Poker” in piazza Martiri dopo oltre un mese di stop, con un restyling in piena regola e con nuovi allestimenti tutti da scoprire. Lo storico negozio di borse e accessori, dedicato alle grandi firme, ha riaperto ieri pomeriggio alla presenza anche del Sindaco Gianguido D’Alberto e degli Assessori comunali Antonio Filipponi e Valdo Di Bonaventura.
Per Sfoglia, nonostante le difficoltà del commercio nel centro cittadino, si e’ trattata di un’altra inaugurazione che fa seguito a quello dello scorso 13 dicembre a Castelnuovo Vomano. Non è un caso che abbia ricevuto all’Eltron di San Nicolò il Premio Tenaci 2019 della Confcommercio dedicato alla memoria del Cavaliere del Lavoro Giandomenico Di Sante.

Read Previous

Basket B, l’Etomilu liquida il Catanzaro e tiene accese le speranze play-off

Read Next

Confcommercio premia 48 aziende “Tenaci” d’Abruzzo e assegna tre “Premi Speciali”