FOTO E VIDEO | MARTINSICURO, INCENDIO DISTRUGGE CAPANNONE AZIENDA TOMMOLINI: SI INDAGA SU CAUSE, SI ATTENDONO ANALISI ARTA E ARRIVA ORDINANZA SINDACO: PORTE CHIUSE E DIVIETO DI CONSUMO E RACCOLTA VERDURE E FORAGGIO NEL RAGGIO DI UN 1 KM

MARTINSICURO – Due squadre di vigili del fuoco dei Comandi di Teramo ed Ascoli Piceno, con dodici uomini, due autopompe e due autobotti, stanno effettuando un intervento nel comune di Martinsicuro, sulla strada statale 16, al Km 393, a seguito di un incendio che sta interessando l’intero capannone della Ditta Edilizia Tommolini.
I vigili del fuoco stanno operando per spegnere un violento incendio, che sta coinvolgendo un’ampia pozione del capannone, dove sono depositati materiale combustibile per uso edilizio di varia natura. Al momento i vigili del fuoco impegnati nelle operazioni di spegnimento stanno cercando di controllare l’incendio, che sviluppa fiamme alte e una colonna di fumo scuro visibile da notevole distanza. Dal Comando dei vigili del fuoco di Ascoli Piceno sta giungendo sul posto anche un’autobotte da 15.000 litri di acqua per rifornire le autopompe impegnate nello spegnimento. La sala operativa 115 ha richiesto l’invio sul posto anche del personale dell’Arta di Teramo, per gli accertamenti legati alla problematica relativa all’inquinamento ambientale.

AGGIORNAMENTO. I vigili del fuoco provenienti dalle sedi di Teramo, Nereto, Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto, hanno da poco ultimato le operazioni di spegnimento dell’incendio che ha interessato il capannone della ditta Edilizia Tommolini, a Martinsicuro.
Il massiccio schieramento di uomini e mezzi, giunti sul posto poco prima delle 13:00 di oggi, ha impedito che il vasto incendio si estendesse all’intero capannone e ha limitato la diffusione nell’ambiente del denso fumo prodotto dalle fiamme diffuse. In queste ore i vigili del fuoco stanno lavorando allo spegnimento di alcuni piccoli focolai, presenti nella zona centrale del capannone, dove si è verificato anche il crollo di un’ampia porzione del tetto con travi metalliche. A causa delle precarie condizioni di alcune parti strutturali della copertura, al momento i vigili del fuoco non possono ancora accedere all’interno del capannone, per procedere allo smassamento del materiale combustibile parzialmente bruciato. Sul posto sono intervenute anche l’ARTA e la AUSL di Teramo, per effettuare accertamenti e valutazioni in merito alle condizioni di inquinamento ambientale. Nelle operazioni di spegnimento sono stati impiegati i vigili del fuoco delle due province di Teramo ed Ascoli Piceno, con quindici uomini, due autopompe e tre autobotti, di cui una chilolitrica e un’autoscala.
Durante la notte rimarrà sul posto una squadra dei Vigili del Fuoco di Teramo, con un’autopompa e un’autobotte, per completare lo spegnimento di piccoli focolai ancora attivi.
L’incendio ha interessato una porzione del capannone di circa 1.200 metri quadrati di superficie. Domattina è previsto un tavolo tecnico, per la valutazione delle conseguenze dell’incendio e di inquinamento ambientale.

ORDINANZA SINDACO MARTINSICURO MASSIMO VAGNONI

In serata è arrivata l’ordinanza del Sindaco di Martinsicuro Massimo Vagnoni che pone alcuni obblighi, nel raggio di 1 km dal luogo dell’incendio. L’obbligo di tenere chiuse porte e finestre, il divieto (in attesa dei riscontri di Arta e Asl) di raccolta e consumo di verdure a foglia e foraggio per animali. La richiesta al servizio veterinario della Asl di effettuare un sopralluogo negli allevamenti collocati nello stesso raggio. Come scrive il Sindaco su facebokk è “a fini esclusivamente precauzionali e sentiti i servizi sanitari competenti, e avrà validità sino alla comunicazione degli esiti delle analisi in corso in riferimento alle sostanze generate dal l’incendio. A disposizione per ogni chiarimento.

 

 

Read Previous

“IL MARE A SCUOLA”, AVVIATA LA CAMPAGNA EDUCATIVA TRA L’ENTUSIAMO DEI RAGAZZI DI TORTORETO E MARTINSICURO

Read Next

PROTEZIONE CIVILE, PRENDE IL VIA IL PROGETTO “COMUNICARE L’EMERGENZA”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: