TERAMO – Il 25 novembre scadrà il termine per la presentazione della Cilas, la comunicazione di inizio lavori asseverata, per gli interventi agevolati dal Superbonus 110%. Per questo motivo l’Amministrazione Comunale, al fine di rassicurare i professionisti e di conseguenza i cittadini interessati, sulla possibilità di presentare i documenti entro la data stabilita dalla normativa, preso atto dei rallentamenti registrati nel caricamento delle pratiche sul portale Sue, ha deciso di offrire agli utenti una modalità alternativa di inoltro in caso di impossibilità ad utilizzare il portale. A causa dell’alto numero di Cilas che in questi giorni vengono caricate, sono stati infatti registrati dei rallentamenti dovuti al sovraccarico della rete. Il portale è perfettamente funzionante ma in alcuni casi gli utenti hanno dovuto effettuare più volte l’accesso per poter caricare la documentazione. Per questo il Comune ha messo a loro disposizione anche la Pec dell’ente.

“Nel caso in cui, nonostante diversi tentativi, l’utente non dovesse riuscire a presentare la Cilas attraverso il portale Sue, potrà inoltrarla all’ente tramite pec all’indirizzo affarigenerali@comune.teramo.pecpa.it – spiega il Vicesindaco e Assessore con delega ai Lavori pubblici e Sue Giovanni Cavallari. In questo modo sarà certificata sia la presentazione della documentazione che quella della relativa data. Ovviamente, considerata la priorità da assegnare alla modalità di presentazione tramite portale, invitiamo ad usufruire della Pec solo nei casi davvero necessari, al fine di scongiurare il rischio di un improduttivo sovraccarico di lavoro per gli uffici”.