Rilascio di marchi e brevetti, Abruzzo al 16° posto con lo 0,5% del totale nazionale

L’AQUILA – Nel primo semestre 2020 in Abruzzo sono stati rilasciati solo 17 brevetti, di cui 5 per invenzioni industriali. Sommando ad essi i 279 marchi e 21 disegni concessi, si ottiene un totale di 317 titoli in proprietà industriale che collocano la regione al 16° posto tra quelle italiane e che costituiscono il solo 0,5% del totale italiano (66.691). Un ruolo trascurabile rispetto a quello della Lombardia, al primo posto con 23.302 titoli (34,9% del totale nazionale) e delle regioni nelle posizioni immediatamente successive (Lazio e Piemonte). E’ quanto risulta dai dati resi disponibili dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico ed elaborati dal CRESA – Centro Studi dell’Agenzia per lo sviluppo della Camera di Commercio dell’Aquila. Il valore abruzzese non può essere attribuito all’effetto Covid-19 in quanto il confronto con il primo semestre 2019 mostra valori in crescita proprio nelle regioni maggiormente colpite dall’epidemia (Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna). Il calo dei titoli rilasciati ha coinvolto tutte le regioni, ma l’Abruzzo è tra quelle dove la flessione è stata più pesante. Nel periodo 2010-2019 i titoli rilasciati in Abruzzo sono diminuiti del 61,5% (da 1.956 a 735), più che in Italia (-45,7% da 207.353 a 112.575) così che il peso che la regione rappresenta sul totale nazionale è lievemente diminuito (da 0,9% a 0,7%).

Tra i titoli rilasciati in Abruzzo nei primi sei mesi del 2020 prevalgono principalmente i marchi (88,0% rispetto al 43,9% italiano) più rare le altre tipologie, anche se disegni e brevetti per modelli di utilità risultano più frequenti che in Italia (rispettivamente 6,6% contro 1,1% e 3,8% contro 1,6%). Al contrario, i brevetti per invenzioni industriali costituiscono in Abruzzo il solo 1,6%, valore nettamente inferiore a quello italiano (7,1%).

A livello provinciale i dati al 30 giugno 2020 fanno emergere Pescara, dove sono domiciliati 137 titoli rilasciati (43,2% del totale regionale), seguita da Chieti (88 pari al 27,8%). L’Aquila e Teramo riportano valori inferiori (rispettivamente 34 titoli pari al 10,7% e 58 titoli corrispondenti al 18,3%). In tutte le province la quota maggioritaria dei titoli concessi è relativa ai marchi che superano ovunque l’80%, in particolare a Teramo (91,4%). I disegni raggiungono il massimo peso a Pescara (8,8%), i brevetti per invenzioni industriali vedono appaiate L’Aquila e Pescara (entrambe 2,9%), mentre i brevetti per modelli di utilità raggiungono il peso maggiore a Teramo (6,9%).

 

CRESA INFORMA 2020-6 Brevetti

Read Previous

Settimana politica all’Emiciclo: Conferenza capigruppo e Commissioni su comparto sciistico, rifiuti e tatuaggi

Read Next

Calcio C/C, il punto sul campionato di Diego Di Feliciantonio