Breaking News :

Giulianova, Memorial in ricordo di Gervasio Guarnieri il 22enne di Mosciano morto in un incidente stradale

GIULIANOVA – Perché il ricordo sia monito per tutti. Istituzioni e utenti della strada”. È questo il motto dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada che si intende rilanciare nel primo memorial in ricordo di Gervasio Guarnieri, il giovane di Mosciano S. Angelo morto lo scorso 18 novembre a soli 22 anni a causa di un incidente stradale, che si svolgerà mercoledì 24 luglio dalle ore 17 in poi presso il centro sportivo “LA PELOTA” in località Contrada Case di Trento a Giulianova, dove nove squadre provenienti da tutta Italia si sfideranno in un torneo di calcetto.
Gervasio Guarnieri, ragazzo molto legato alla sua famiglia ed amante dello stile di vita sano, era una giovane promessa del calcio, la sua grande passione. Militante nella locale squadra del Roseto, da tutti era conosciuto per i suoi modi gentili tanto da guadagnarsi l’appellativo di “Principe”.
La famiglia oltre a voler ricordare il giovane nel giorno del suo ventitreesimo compleanno, attraverso l’evento sportivo intende svolgere una duplice opera di sensibilizzazione, sia in merito al valore etico ed educativo dello sport per i giovani, sia sulla triste realtà delle vittime di incidenti stradali, oramai divenute vera e propria emergenza nel nostro paese, come anche fonti Istat confermano rilevando il dato parziale del 2019 recante un preoccupante aumento del 7% rispetto al 2018.
Mediante il ricordo di Gervasio Guarnieri la famiglia lancia un accorato appello ai giovani al fine di non mettersi alla guida in stato di ebbrezza, nè come conducenti nè come passeggeri, così come nel caso del ragazzo moscianese.
I cittadini sono tutti invitati a partecipare e stringersi al dolore dei familiari nel ricordo di un ragazzo scomparso troppo prematuramente.

Read Previous

VIDEO | Fusione Camera di Commercio, Regione respinge mozione su sospensione: un No all’intera provincia

Read Next

Silvi, omaggio al grande Massimo Troisi con la proiezione di “Scusate il ritardo”