Sant’Egidio alla Vibrata, mozione del centro-destra per alcune misure anti Covid

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Il gruppo Centrodestra per S. Egidio ha protocollato una mozione  da inserire tra i punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale, riguardante alcune misure anti Covid-19 a favore di tutte le attività produttive, commerciali, artigianali e professionali del comune.
In particolare i consiglieri chiedono l’azzeramento della tassa di occupazione del suolo pubblico per le attività commerciali produttive,
artigianali e professionali per i mesi di marzo, aprile maggio e giugno includendo il commercio su area pubblica relativo al mercato settimanale, o riduzione di un terzo per le concessioni annuali o stagionali, l’azzeramento di un terzo della TARI per tutte le attività produttive, commerciali artigianali e professionali, e la dilazione e  lo spostamento della scadenza del pagamento della TARI relativa all’anno 2020 in 2 rate con scadenze 31 Dicembre 2020 e 28 Febbraio 2021, sia per la parte restante relative alle attività produttive,commerciali artigianali e professionali, sia per tutte le famiglie ed i contribuenti.
Il Centrodestra Santegidiese ritiene che  l’emergenza Covid-19 non sia solamente un problema sanitario ma anche economico. In questo periodo le attività non hanno prodotto reddito ed  attualmente molti provvedimenti ostacolano la normale attività lavorativa. È necessario mettere in campo tutte quelle iniziative possibili per rendere questa fase di transizione meno traumatica possibile. Al di là di quello che farà il Governo, il comune può intervenire. I consiglieri Alessandro Forlini, Sirio Talvacchia, Daria Rosati e Fabiola Catena chiedono quindi al sindaco ed all’amministrazione comunale, in uno spirito di collaborazione e di responsabilità, di votare questa mozione che vuole essere un aiuto a tutte le attività produttive, commerciali, artigianali e professionali del nostro comune.
Gli stessi ringraziano tutte quelle aziende, anche quelle rimaste nell’anonimato, che in vario modo hanno, con le loro donazioni (mascherine, derrate alimentari…) scongiurato effetti ben più gravi e tutte le associazioni che si sono impegnate e continuano ad impegnarsi per portare sollievo ai cittadini.

Read Previous

Martinsicuro, Sindaco Vagnoni su palo antenne via delle Messi: il Comune non ha autorizzato alcun impianto 5G

Read Next

Coronavirus in Italia, scendono ancora le vittime (119) e i malati a 669 (- 969): stabile il numero dei guariti (2.120)