FOTO | Castellalto, festa dell’albero nella scuola primaria di Petriccione: protagonisti indiscussi i piccoli alunni

CASTELLALTO – “Cambia il clima che cambia”, o se si preferisce “The changing climate changes”. Questo il titolo dell’importante iniziativa tenutasi nel plesso della scuola Primaria di Petriccione ieri, 21 novembre, e che ha visto coinvolti tutti gli alunni della scuola. Un’iniziativa fortemente voluta da Legambiente, realizzata nell’ambito del Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e aderente alla Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile.

<<Con in mano una piantina, col sorriso negli occhi>> recita uno dei canti proposti dagli alunni, e in queste semplici parole sembra racchiudersi tutta la magia di questo giorno: rendere i bambini e le bambine futuri uomini e cittadini del mondo, più consapevoli e rispettosi nei confronti della nostra Terra e del nostro clima.

Grazie al coinvolgimento di tutta la comunità, in particolare di nonni volontari esperti in piantumazioni è stata realizzata una piccola “recinzione di canne”, materiale che la natura, in questo caso il nostro amico fiume Tordino, da sempre ha messo a disposizione dell’uomo. Una piccola opera tesa alla valorizzazione del territorio, che consente ai bambini e alle bambine di <<rivivere>> alcuni momenti del passato.“Grazie ai genitori che hanno donato un favoloso abete ed un colorato mandarino alla scuola Primaria di Petriccione dell’Istituto Comprensivo ‘Margherita Hack’ di Castellalto, simbolo fondamentale del nostro stare insieme che impreziosiscono questa ricorrenza”.

Tutti gli alunni sono stati i diretti protagonisti nella messa a dimora delle piante, donate dall’Amministrazione Comunale di Castellalto, ed hanno arricchito le aiuole con la piantumazione di piccole piantine e bulbi che vanno ad impreziosire il cortile della scuola. La manifestazione è stata allietata da una breve introduzione sull’importanza delle nostre amiche piante che si trovano sul territorio, canti, balli e intrattenimenti per adulti e piccini. Un gesto concreto per scuotere gli animi a ricordare che senza gli alberi, i polmoni verdi del pianeta, non c’è futuro.

 

Read Previous

Ambulanze 118 in precarie condizioni igieniche e filiale di banca trasformata in studio medico: responsabili denunciati

Read Next

“Cittadella della Cultura” nell’ex manicomio: l’Università presenta i progetti alla città