Breaking News :

Benedetto Marcello, domenica al Convitto Delfico nuovo appuntamento con XXVI Stagione Concertistica

TERAMO – Domenica 24 novembre presso l’Aula Magna del Convitto Nazionale “M. Delfico” di Piazza Dante a Teramo, alle 17,30 nuovo appuntamento per la XXVI Stagione Concertistica dell’Associazione Orchestrale da Camera “Benedetto Marcello”.
A cura del musicista Massimo Salcito, Conferenza e Concerto sul compositore lancianese FEDELE FENAROLI (1730-1818). Ad interpretare le pagine musicali, Pietro Meldolesi al Violino e Massimo Salcito al Clavicembalo. Verrà proposta l’esecuzione delle 6 sonate di Fedele Fenaroli per Violino e Clavicembalo nella versione del Manoscritto del Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia.
Pietro Meldolesi, diplomato in Flauto Dolce con P. Capirci e in Violino con A. M. Cotogni si è successivamente perfezionato con C. Romano. Ha poi approfondito la sua formazione in ambito strumentale e pedagogico seguendo corsi di Metodo Aberastury con N. Eidler. Dalla fine degli anni ’90 si è dedicato prevalentemente alla musica antica, collaborando con importanti complessi quali Concerto Italiano, Modo Antiquo, Accademia per Musica, Il Complesso Barocco, l’Ensemble Aurora ed altri. Ha suonato in importanti festival e stagioni concertistiche in Italia (Teatro dell’Opera di Roma, Accademia Nazionale di S. Cecilia, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Carlo Felice di Genova, Accademia Chigiana di Siena, ecc.), Spagna, Portogallo, Francia, Belgio, Germania, Austria (Wiener Konzerthaus), Olanda (Concertgebouw, Amsterdam), Croazia, Ungheria, Turchia, Messico, Colombia, Brasile, Argentina (Teatro Colόn, Buenos Aires), Uruguay, Cile e Stati Uniti (Lincoln Center, N.Y.). Ha inciso CD per Stradivarius, Bongiovanni, Opus 111, Capriccio, Naïve ed altre etichette. Attualmente è docente di Flauto dolce al Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara.
Massimo Salcito è diplomato in Organo e Composizione Organistica, Pianoforte e Clavicembalo presso il Conservatorio di Musica “Alfredo Casella” di L’Aquila. Titolare della Cattedra di Clavicembalo e Tastiere Storiche presso il Conservatorio di Musica “Luisa D’Annunzio” di Pescara. Laureatosi al DAMS di Bologna con una tesi sulle opere per Organo e Orchestra di Marco Enrico Bossi, primo lavoro nazionale sull’argomento. Borsista all’Accademia Musicale Chigiana di Siena, ha al suo attivo le esecuzioni integrali in concerto delle opere cembalo-organistiche di J. S. Bach, G. F. Haendel, J. Pachelbel, G. Fescobaldi, H. Purcell, D. Buxtehude, G. Boehm, e molti altri. É stato per 8 anni organista titolare dell’Organo Storico “Vayola” (1857) del Santuario Madonna d’Appari (Paganica- L’Aquila), unico strumento rimasto indenne dal sisma del 6 aprile 2009. Ha pubblicato per la casa discografica Bongiovanni (Bologna). Ha fondato e coordinato la Conferenza Regionale di Iconografia Musicale Abruzzese (7 edizioni, 2000-2007). Attualmente guida il team di ricerca Abruzzo Beni Musicali, attivo dal 2012. Ha pubblicato saggi e articoli relativi alla prassi esecutiva clavicembalistica ed all’iconografia musicale. Diplomando in Viola da gamba con Andrea De Carlo presso il Conservatorio di Musica aquilano.

Proseguirà l’incontro, ad apertura concerto, con la Dott. ssa Paola Di Felice e il percorso di riflessione sull’arte dedicato al grande artista teramano Gennaro della Monica.

Concerto in abbonamento. Ingresso al singolo concerto 10 euro (ridotto 5,00 euro per studenti under 25, soci FIDAS e ARCI). L’ingresso per gli studenti delle scuole ad indirizzo musicale, del Liceo Musicale e del Conservatorio è gratuito.

Read Previous

Roseto, intitolazione via a Ester Pasqualoni: la Giunta fa richiesta al prefetto

Read Next

Empatia, il 23 novembre a Teramo la presentazione del libro “Storie Nostre” di Franco Di Gioia