Regolamento igiene urbana, Morra: “il ricatto dell’ultimatum non funziona”. Poi lancia un’anatema: “andrete alla deriva”

TERAMO – Il nuovo regolamento sull’igiene urbana in corso di discussione in Consiglio comunale a Teramo, ha visto gli interventi, molti accalorati, del Consigliere di Italia Viva Osvaldo Di Teodoro e del collega di opposizione Giandonato Morra.

Mentre il primo ha focalizzato l’attenzione sull’aumento dei costi di gestione e di pulizia per i commercianti, Morra, nel suo intervento, si è infervorato politicamente. “In politica il ricatto dell’ultimatum non funziona; questa minoranza aveva chiesto un rinvio che non è stato concesso e tutta la documentazione è stata fornita con estremo ritardo“, riferendosi anche alla mancata convocazione nella riunione informale, tenutasi ieri pomeriggio.

All’amministrazione comunale, Morra infine, ha lanciato una sorta di anatema: “Avete iniziato a prendere una china che vi porterà alla deriva“.

Read Previous

Incendi boschivi, Imprudente: “Prevedere un mezzo aereo di stato all’aeroporto dell’Aquila”

Read Next

Teramo, continuano gli appuntamenti del FAI con le “Pillole di restauro”