Prof. sospesa: anche in Abruzzo la mobilitazione lanciata da Usb Scuola

La petizione lanciata da USB Scuola ha raggiunto le 200.000 firme. Oggi i delegati USB Scuola consegneranno le firme al Provveditore di Palermo, che ha emesso la sanzione nei confronti della prof.ssa Dell’Aria, e giovedì 23 al Presidente Mattarella. Per sostenere anche da lontano la collega e difendere, in ogni luogo, la libertà di insegnamento sancita dalla Costituzione, USB scuola ha organizzato manifestazioni in tantissime province italiane e a Pescara, oggi alle ore 17,30 ci sarà un presidio sotto la Prefettura in piazza Italia organizzato da USB Abruzzo insieme ai docenti dei Nastrini Liberi Uniti Abruzzo. USB Scuola invita “tutti i lavoratori della scuola, gli studenti e la cittadinanza ad unirsi al presidio per manifestare insieme la difesa della Scuola come luogo in cui crescono coscienze critiche e libere, capaci di comprendere il passato, il presente, la loro stessa vita con riflessioni operate mediante l’esercizio della ragione, in cui nessun ostacolo, nessuna censura possono reprimere l’azione e il libero pensiero delle e degli studenti e delle e dei docenti e per dimostrare che quando la misura e’ colma, cittadini e lavoratori della scuola sanno reagire”. USB chiede: “il ritiro immediato della sanzione inflitta alla collega perchè riteniamo che la scuola pubblica statale sia da difendere nel suo ruolo di istituzione garante della libertà dei futuri cittadini”.

Read Previous

Inchiesta bis Rigopiano, il dirigente della Prefettura Verzella al Pm: “Ritenevo di avere fatto tutto il mio dovere”

Read Next

UniTe, Christian Corsi è il nuovo preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione