Basket B, Liofilchem a capo chino: vince il Giulia Basket 66-59

ROSETO DEGLI ABRUZZI – La Liofilchem cede sul parquet di Atri contro Giulia Basket per 66-59 dopo una gara molto intensa e comandata dai giallorossi dal primo all’ultimo minuto, nella quale la maggiore lucidità giuliese ha avuto la meglio nel finale.
Roseto rimane a quota  14, a pari punti con Ancona, incappando nella terza sconfitta consecutiva . Miglior marcatore locale Alberto Cacace con 21 punti e un paio di triple importanti nell’ultimo quarto, 12 per Panzini e 10 +15 rimbalzi per capitan Di Carmine. Nelle file rosetane il miglior realizzatore è stato Ruggiero con 15 punti, a seguire Amoroso con 13+10, 12 per Nikolic e 11 per Di Emidio.
Brutto il primo periodo per Roseto, 16-8, e a nulla è valsa la grande rimonta del finale , da meno 20 a meno 3, dove l’ha vinta soprattutto Cacace con giocate sopraffine : per la squadra del presidente Ciafardoni brutte le percentuali da tre punti, 3/24, e soprattutto tante le palle perse, addirittura 20 (Roseto ne perde in media circa 9 a gara) la maggior parte nella prima parte di gara.
Coach Trullo ad inizio gara stravolge lo starting five iniziale rispetto ai precedenti inserendo Ruggiero per Pastore e Amoroso per Nikolic. Il match si mette subito in salita per la Liofilchem con Giulianova che vola sul 10-0, con Roseto che perde 4 palloni nei primi 5 minuti. Ci pensa Di Emidio a siglare i primi punti biancazzurri con una tripla, seguito da Ruggiero ma Giulianova è troppo aggressiva in difesa e gli ospiti chiudono la prima frazione a 8 punti (16-8 ).
Nei secondi dieci minuti la musica non cambia, i rimbalzi offensivi aiutano Roseto, imprecisa da oltre l’arco, ma i padroni di casa non cedono di un passo: Zanchi si affida a Panzini, 12 nel primo tempo, la Liofilchem ha una difficoltà enorme nel segnare, anche se un sussulto arriva al 16° con il duo Amoroso-Nikolic, con Giulianova che comincia a caricarsi di falli. Thiam segna l’ultimo canestro prima dell’intervallo al 17°, poi non si segna praticamente più, andando negli spogliatoi sul 32-22.
La terza frazione si apre con il pesante break di Giulianova, 10-2 in un amen e 42-24 al 23° firmato Thiam, Cacace e Dron , arrivando massimo vantaggio, con Roseto che segna 2 punti in tre minuti; Tognacci con 2 triple in fila firma il +20 poi un battibecco tra Lucarelli e la panchina giuliese accende la gara con i biancazzurri che risorgono con una difesa aggressiva, tornando sul meno 10, 50-40, prima che un canestro del solito Cacace ricacci indietro i biancazzurri a fine periodo, 53-43.
Negli ultimi dieci minuti l’inerzia iniziale è tutta rosetana, Amoroso torna a dettare legge sotto le plance, i padroni di casa faticano ad attaccare il canestro e solamente tre punti di Cacace danno un po’ di ossigeno ai giallorossi. Nikolic firma il meno 6, 56-50, al 35°, ancora il lungo serbo per il meno 4, ma Cacace è una furia e ne mette 8 in fila spegnendo ogni velleità di rimonta ospite per il risultato finale di 66-59. Prossimo turno, domenica 28 febbraio, Roseto sarà di scena sul parquet di Montegranaro contro i padroni di casa della Sutor.
GIULIA BASKET – LIOFILCHEM ROSETO: 66-59 (16-8, 16-14, 21-21, 13-16) – Ufficio Stampa Pallacanestro Roseto

Read Previous

Giulianova, “Il Cittadino Governante”: il Sindaco Costantini deve dimettersi

Read Next

“Montorio Guarda Avanti”, 90.000 euro per la pista ciclabile: “necessario ampio coinvolgimento. Presenteremo una nostra proposta”