Vaccinazioni nelle carceri, UIL PA: qualcosa si muove nella predisposizione di un piano per detenuti e personale

L’AQUILA – “Non ancora abbiamo una data precisa ma qualcosa si sta muovendo nell’ambito della predisposizione di un aggiornato piano vaccinazioni a favore del personale penitenziario e dei detenuti”. Interviene così Mauro Nardella  segretario generale territoriale UIL PA polizia penitenziaria e componente della segreteria generale territoriale UIL Pubblica Amministrazione, annunciando importanti novità.  “In questo momento è previsto che detenuti e personale carcerario possano completare la vaccinazione in un momento successivo a chi ha più di 80 anni. È in questa maniera che il commissario per l’emergenza, Domenico Arcuri,  è intervenuto ieri in conferenza stampa parlando di vaccinazioni a favore di chi opera o è costretto a stare in carcere in quanto detenuto”.
“Questo porta a pensare che la politica attivata anche e soprattutto dalla UIL PA polizia penitenziaria stia portando i suoi frutti – continua Nardella – Per questo motivo mi sento di ringraziare il segretario generale UIL PA polizia penitenziaria Gennarino De Fazio per l’importante e redditizia opera di interlocuzione condotta di concerto con i rappresentanti del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. Mi auguro, quindi, che quanto vissuto in termini di impatto al Covid entri presto a far parte, e lì restare circoscritto, di un capitolo seppur nerissimo della storia dei penitenziari che mi compete rappresentare”.

Read Previous

Università di Teramo, torna il Master per formare dirigenti sportivi dedicato alla memoria di Sorgi

Read Next

Il Rotaract di Teramo dona una casetta da gioco ai bimbi di Pediatria del “Mazzini