Teramo, Verzilli: “il degrado della Gammarana non scompare con le interviste, ma con i fatti”

TERAMO – “Mi vedo costretto dalle circostanze a tornare sulla questione del degrado nel quartiere Gammarana: sono più di due anni che cerco di sollecitare l’Amministrazione ad intervenire, ma incontro un muro di parole alle quali non seguono mai i fatti”. Così il Consigliere comunale di Teramo Ivan Verzilli che, in una nota, spiega: L’Assessore al ramo due mesi fa ha continuato a promettere interventi sul parco giochi, però purtroppo la realtà si incarica di mostrare che le altalene sono divelte, che il dondolo è totalmente sconnesso, che lo scivolo è disastrato e che tutti gli ex giochi sono in condizioni di pericolosità per i bimbi che comunque affollano l’area”.

“Dopo oltre tre anni di amministrazione è il momento di passare ai risultati, quelli che l’attuale gestione non riesce a realizzare, non avendo combinato esattamente niente per venire incontro alle esigenze della cittadinanza. Le promesse da marinai sono offensive nel lungo periodo – afferma il Consigliere – perché ho più volte ribadito di non voler scendere in sterili polemiche, bensì di voler solamente dare voce alle ripetute segnalazioni dei residenti e degli esercenti, giustamente sentitisi da sempre abbandonati da un’Amministrazione che ad oggi ancora latita e non affronta nessuna delle problematiche, costringendo i cittadini ad un volontariato che sopperisce in minima parte a quanto sarebbe necessario, restando evidente che la situazione generale del quartiere non possa restare in queste precarie condizioni”.

“Il degrado della Gammarana non scompare né con le interviste, né con i comunicati, occorre elencare gli interventi già effettuati, non già quelli da effettuarsi in via del tutto ipotetica. Dopo due terzi di mandato la maggioranza comunale dimostra un’incapacità di movimento, di esecuzione, di realizzazioni che era davvero difficile ipotizzare. Personalmente continuerò a sollecitare fin tanto che non si passi ai fatti, alle opere, alle manutenzioni, al decoro, alla sicurezza dei cittadini e soprattutto di quelli più piccoli”, conclude Verzilli.

Read Previous

Mobilità sostenibile: ancora fermi i finanziamenti regionali di “MoveTe”

Read Next

Vita nel carcere, giovedì 23 convegno in Emiciclo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: